CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 14/01/2015

Aggiudicati gli appalti per la
messa in sicurezza delle scuole

I prossimi interventi alla ’Ritucci Chinni’ e all’Incoronata

La scuola primaria Ritucci Chinni"Sono molto soddisfatto dell’aggiudicazione dei lavori per la messa in sicurezza di altri due plessi scolastici di Vasto, interventi per oltre 400mila euro che garantiranno ai giovani scolari luoghi accoglienti e sicuri".
Questo il commento del primo cittadino di Vasto, Luciano Lapenna, riguardo all'aggiudicazione degli appalti per la messa in sicurezza della scuola primaria "Ritucci Chinni" di via Alcide De Gasperi e della scuola dell'infanzia e primaria di località Incoronata di Vasto. I lavori di messa in sicurezza, rispettivamente di 229.719,74 euro e di 171.425,36 euro, come ricordano gli uffici comunali, sono stati finanziati dal Cipe nell’ambito delle "Misure di riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici pubblici, sedi di istituzioni scolastiche statali".
"In un contesto economico drammatico per gli enti locali - sottolinea Lapenna - reperire fondi per realizzare opere pubbliche non è cosa semplice, ma il lavoro quotidiano, discreto e silenzioso, ha permesso di raggiungere questo ulteriore risultato a tutela dei ragazzi e del personale dipendente. La messa in sicurezza delle scuole cittadine è sempre stata una priorità del mio mandato amministrativo e in mancanza di fondi economici la mia scelta tra il curare e mettere dei fiori nelle aiuole e garantire la sicurezza delle scuole sarà sempre quella che tutela i ragazzi e il cittadino".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi