CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Musica 10/01/2015

Un venerdì sera in compagnia
dei Coniugi Orsini

La band ’marchigiana-abruzzese’ ieri si è esibita al Vico degli Artisti di Vasto

I Coniugi Orsini ieri sera al Vico degli Artisti di VastoVe li avevamo presentati qualche settimana fa con l’uscita del loro videoclip ‘Il computeretto’(leggi l'artcolo e guarda il video) e tornano a far parlare di sé ‘I coniugi Orsini’, band che mischia al Rock, al Desert Rock, all’Elettronica e al Progressive, sfumature di Folk&Combat Rock e Skiffle. Ieri protagonisti indiscussi di una serata musicale accompagnata da una buona presenza di pubblico giunto al Vico degli Artisti di Vasto. La band  si è presentata nel locale vastese offrendo un repertorio vario e per nulla scontato, con la partecipazione del violinista Domenico Mancini. Per primavera 2015 uscirà il loro nuovo album ‘Nozze di Piombo’ che non vediamo l’ora di ascoltare.  

Dall’amicizia e convivenza ai tempi dell’Università tra Marco Bassi (pianista) e Luca Orsini (cantautore) nasce un gruppo al quale poi si uniranno Vincenzo Marcone Sciarroni e Davide Marcone. È il 2001- data d’inizio del sodalizio- e la creatività del cantautore sui generis Luca Orsini, affiancata alla professionalità e cultura musicale di Marco Bassi, al ritmo latino di Davide Marcone- per gli amici ‘La Fuente del Ritmo’- e al suono della chitarra del marchigiano Vincenzo Marronne Sciarroni- ultimo arrivo nella band- permette ai ‘Coniugi’ di creare una musica molto variegata che forse non andrebbe etichettata sotto un’unica categoria. Sì, perché la band ‘marchigiana-abruzzese’ oltre a richiamare le fondamenta del Rock, utilizza le sonorità proprie dell’Elettronica ed introduce quella, che forse, è la caratteristica più entusiasmante ovvero la presenza di tonalità musicali che richiamano al blues, al jazz, al country e al folk proprie del genere Skiffle. Il tutto, quindi, rende le loro performance movimentate e per niente scontate. A questa dose musicale ne va aggiunta una di simpatia e sfacciataggine per creare una miscela scoppiettante. Il gruppo è attualmente in concorso per le selezioni del 24 Maggio del Puglia Sounds/Mambo Stage al Teatro Kismet Opera di Bari- valide per partecipare allo Sziget Festival di Budapest (uno dei festival più rinnomati d’Europa). 

Guarda le foto

di Silvio Laccetti (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi