CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Eventi 24/12/2014

La ’Luce di Betlemme’ per
portare un messaggio di pace

Il Masci consegna la luce nella parrocchia San Giovanni Bosco

La consegna della Luce di BetlemmeCome ogni anno, anche in questo Natale il MASCI ha portato nella Parrocchia San Giovanni Bosco la Luce di Betlemme. La storia di questa iniziativa affonda le sue radici nel 1986, poco prima di Natale, quando per la prima volta la Luce venne portata dalla grotta di Betlemme in Austria, con un viaggio aereo organizzato grazie ad un’iniziativa di beneficenza. Da Linz, con la collaborazione delle ferrovie, la Luce venne poi distribuita in tutto il territorio e gli scout viennesi decisero di collaborare nel consegnarla a chi ne facesse richiesta.

In Italia essa giunse nel 1993 e l’anno successivo si costituì un comitato spontaneo che partecipa fattivamente alla manifestazione della Luce della Pace, accendendola a Vienna e portandola in Italia. A prendera, sono stati gli scout adutli del MASCI della parrocchia San Giovanno Bosco di Vasto che, lo scorso 20 dicembre si sono recati presso la stazione Vasto-San Salvo, prendendola dai giovani scout provenienti da Trieste e che hanno poi proseguito il loro viaggio fino ad arrivare a Lecce. La Luce è in molte chiese della città, compresa quella dei Salesiani, dove è stata portata ufficialmente nelle messe mattuttine di domenica 21 dicembre, alla presenza dei numerosi ragazzi dell'oratorio di Vasto. Essa rimarrà accesa per tutto il periodo Natalizio e sarà sempre possibile portarla nelle proprie case, munendosi di una candela ben coperta, affinchè durante il traggito per arrivare a casa, rimanga accesa.

Oratorio Don Bosco Vasto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi