Amici del Basket, una vittoria all’ultimo respiro contro Chieti - Saverio Celenza realizza il canestro decisivo con un semigancio ‘vecchia scuola’
 
San Salvo   Sport 07/12/2014

Amici del Basket, una vittoria
all’ultimo respiro contro Chieti

Saverio Celenza realizza il canestro decisivo con un semigancio ‘vecchia scuola’

Gli Amici in difesaSabato sera di festa per gli Amici del Basket San Salvo che ieri in casa sono riusciti ad ottenere la quarta vittoria stagionale, imponendosi nel finale 57-56 con il Chieti Basket. Un finale all’ultimo respiro, con il canestro del sorpasso e della vittoria di Saverio Celenza arrivato durante l’ultimo possesso a disposizione dei bianco blu. Vittoria che permette alla squadra del presidente Antenucci di raggiungere Sulmona al quinto posto e di scavalcare proprio il Chieti basket. Buone notizie anche per quanto riguarda il rientro di Assogna che ben presto tornerà ad essere al top per proseguire la stagione. Dopo la partita, la società si è riunita nella cena natalizia, alla quale hanno partecipato tutti i ragazzi delle giovanili, la prima squadra, i dirigenti e le autorità comunali.

La partita. Ad aprire le danze sono i due punti di Borromeo in contropiede, dopo la contesa vinta da Pasquini. Dopo tre minuti di gioco, la squadra ospite opta subito per una difesa forte, pressando a tutto campo. Ciò che ne consegue è che il match, alle prime battute, si caratterizza come una sfida più difensiva che offensiva e atre minuti e dieci dalla fine del primo periodo, San Salvo è avanti di quattro lunghezze. La prima frazione di gioco termina con gli ospiti avanti di un solo punto (11-12).

Colpo su colpo, il secondo periodo vede entrambe le compagini giocare spendendo molta energia nel reparto difensivo ed è la tripla di Ambrosini a riportare il Chieti avanti, ma il vantaggio è ancora minimo (16-18). Ai tre punti di Ambrosini, risponde Biasone un minuto dopo sempre dai tre punti (19-18). I sansalvesi, sotto di due dopo i tre punti del numero trentadue biancorosso, decidono di passare a zona (2-3) per intasare l’aria e cercare di limitare le penetrazioni avversarie. Chieti, invece, risponde con una zone press- che diventa una zona 2-3 quando gli avversari superano la metà campo. Ancora grande equilibrio nella gara e si va alla pausa lunga sul risultato di 25-26. Si torna sul parquet e a tempo fermo, Ambrosini ha qualcosa da ridire agli arbitri che scelgono la via del fallo tecnico e in lunetta il rientrato Assogna fa uno su due. Nel possesso casalingo successivo, è Borromeo a spezzare bene il polso e a trovare la tripla che vale ancora più uno (29-28). Una disattenzione difensiva dei bianco blu permette poi ai chietini di trovare un canestro facile. Passano due minuti e sulla sirena dei ventiquattro secondi, Pappacena trova i due punti, seguito l’azione dopo da Celenza con un piazzato dai due punti che registra il più cinque San Salvo (33-38). La difesa del Chieti si fa più forte con il passare dei minuti e i ragazzi di coach Ialacci si trovano in difficoltà a superare la metà campo, per poi impostare il gioco in attacco. Ne consegue che la partita cresce di intensità al crescere dei minuti. Ad un minuto e dieci dal termine del terzo periodo, i biancorossi ritornano avanti sul più uno, ma è poi la bomba da tre di Borromeo a far esultare i tifosi del San Salvo e a chiudere il terzo quarto (46-41). L’ultimo atto della gara registra solo tre punti nei primi tre minuti (due a favore del San Salvo, ed un punto a favore del Chieti).

Celenza segna ed è festa in campoCoach Ialacci decide di passare alla difesa a uomo per alcuni minuti. A sbloccare il blackout offensivo delle due squadre è Pappacena in arresto e tiro dai due punti che successivamente si ripete segnando e subendo fallo, con la realizzazione in lunetta e il potenziale gioco da tre punti messo in tasca. 53-42, massimo vantaggio per i casalinghi (+11). Coach Tatasciore si trova costretto a chiamare a raccolta i suoi con un timeout. I biancorossi continuano a cercare di limitare gli attacchi di Pappacena and Co. con la zone press, mentre San Salvo torna a difenzere con la sua zona 2-3. Biasone si fa trovare pronto fuori dall’arco e realizza pestando la linea dei tre punti (55-50). La partita è tutt’altro che finita e lo ribadisce Ambrosini che a rimbalzo non vuole sentire ragioni e realizza nel traffico. Gli ultimi due minuti del match si aprono con l’infortunio del numero sei avversario che si trova costretto ad abbandonare il campo, dopo essere ricaduto male sulla caviglia sinistra. Sul 55-54 Chieti vola in contropiede e trova il fallo che li porta in lunetta e il play con la casacca numero trentadue fa uno su due (55-56). La palla è in mano ai sansalvesi consci che quello potrebbe essere l’ultimo possesso a proprio favore. Saverio Celenza lo sa bene e si prende la squadra sulle spalle giocando in uno contro uno in mezzo all’aria avversaria e con un semi-gancio ‘vecchia scuola’ trova il canestro della vittoria. Infatti dall’altra parte i chietini non trovano l’eventuale canestro del sorpasso finale e il suono della sirena è seguito da un urlo liberatorio dei sansalvesi e le proteste di Ambrosini & co. per un contatto- secondo i biancorossi- non fischiato proprio durante l’ultimo tiro della partita. Finisce 57-56 e coach Linda Ialacci ed i suoi portano a casa un’importante vittoria ai fini della classifica.

Amici del Basket San Salvo - Chieti Basket 57-56
Amici del Basket San Salvo:Tenisci 3, Koshena S. n.e., Borromeo 10, Pappacena 9, Biasone 11, Di Blasio 4, Koshena E., Pasquini 9, Assogna 3, Celenza 8. Coach: Linda Ialacci
Chieti Basket: Montanaro, Cinalli 11, Quarti 8, Ippolito 6, Masciulli 2, Marchetti, De Laurentis, Oliva 6, Marino, Ambrosini 13, Di Nicola 10. Coach: Mario Tatasciore

Guarda le foto

di Silvio Laccetti (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi