Cupello si candida a laboratorio nella gestione dei rifiuti - Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti: "Scenari futuri"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Cupello   Ambiente 01/12/2014

Cupello si candida a laboratorio
nella gestione dei rifiuti

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti: "Scenari futuri"

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti: Dal rifiuto una risorsa, con le lavorazioni in loco delle materie prime seconde ottenute dalla racconta differenziata, rilancio dell’economia, nuova occupazione e buone pratiche in difesa della salute e dell’ambiente.

L'occasione costruita a Cupello, con visione, dall'Associazione Il Cambiamento, e subito condivisa dal sindaco Manuele Marcovecchio, voleva essere un primo momento per lanciare alle istituzioni e agli operatori economici di settore, la candidatura di Cupello come Laboratorio per azioni collegate alle attività di gestione dei rifiuti. Finalmente allontanata la minaccia di un Termovalorizzatore a Cupello, pericolo per la salute, concettualmente obsoleto e non sostenibile, ma soprattutto in contrasto con l'identità locale legata all'agricoltura di qualità e al turismo, ieri si è discusso sul tema dei rifiuti come risorsa.

In un costituendo nuovo quadro legislativo regionale e nazionale, sulla base della quasi ventennale esperienza del nostro territorio nella raccolta differenziata dei rifiuti e del compostaggio, forte di una seria cultura nelle buone pratiche da parte di tutti i cittadini del comprensorio e vista la disponibilità logistica nella vicina Valsinello, ormai nota solo per l'abbandono di buona parte delle attività produttive, quella di ieri voleva essere l'occasione per strappare un impegno all'Assessore regionale all’Ambiente Mario Mazzocca e al Vice-Presidente Giovanni Lolli, per costruire insieme a tutti gli interlocutori necessari un disegno nuovo, che partendo dalle politiche di gestione dei rifiuti, potesse innescare un rilancio economico, produttivo e occupazionale di un intero territorio.

Ecco quindi la vera occasione posta al Tavolo di Cupello: pensare all'indotto del ciclo dei rifiuti, come le lavorazioni in loco delle materie prime seconde (carta, vetro e plastica) e il potenziamento del Civeta attraverso la commercializzazione del Compost di qualità prodotto. Le lavorazioni in loco delle materie prime seconde, ottenute dalla raccolta differenziata, innescherebbero un virtuoso percorso di riciclo della materia, che partendo dalla separazione fatta nelle case dai cittadini porterebbe alla costruzione di nuovi prodotti finiti pronti per essere commercializzati.

Il titolo "Scenari futuri" era un chiaro invito a riflettere, a progettare e a costruire una nuova realtà possibile, con Cupello e tutto il comprensorio finalmente protagonista. Purtroppo la cronaca legata alle beghe del cda del Civeta, nonché alla nomina del Commissario, ha in parte spostato l'attenzione degli interventi ma non quella dell'Associazione Il Cambiamento, non quella del Sindaco di Cupello e neanche quella dei cittadini, dalla nesessità di rilancio economico e occupazionale del nostro territorio, nella convinzione che si possano produrre Risorse dai rifiuti nel segno della salute, con l’attenzione alla cura dei luoghi e a vantaggio delle future generazioni.

L’Associazione Il Cambiamento continuerà in questo solco, con iniziative continue, lavorando in modo costante e convinto a progetti condivisi dai cittadini, ponendosi sempre come attenta protagonista della nostra realtà. Si vuole così raccogliere l’invito del Vice-presidente Lolli a non pensare più alla politica fatta come un distributore di denaro pubblico, ormai esaurito, ma vedere le istituzioni come interlocutori vivi per progetti di ampio respiro.

Al Seminario Didattico della mattina, aperto con la prolusione di Don Nicola Florio intitolata “L’uomo custode del creato”, per tre ore gli alunni delle medie di Cupello e Monteodorisio hanno potuto interloquire con gli educatori ambientali di Legambiente e con i tecnici del Civeta sul tema della raccolta differenziata. Oltre alla tante domande, sono stati numerosi i video, le scene, i canti e gli oggetti realizzati dalle scuole. Forte successo per la Mostra video, il Banco alimentare e il Centro dello Scambio e del Riuso. Particolarmente apprezzata la Cucina del recupero.

Per la riuscita della manifestazione, oltre al patrocinio del Comune di Cupello, si ringrazia l’amichevole collaborazione di: Caritas Cupello, Circolo Pensionate Cupello, Comitato Pro-Ributtini, Coro La Fontana, Croce Rossa Cupello, Giovane Corale Cupellese, Pro-Loco Cupello.


Associazione Il Cambiamento

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi