“Insieme per l’inclusione: progetto di vita" - Rete Bes, interesse per il primo incontro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 29/11/2014

“Insieme per l’inclusione:
progetto di vita"

Rete Bes, interesse per il primo incontro

I partecipanti all'incontroHa riscosso grande interesse, tra gli insegnanti e i dirigenti scolastici intervenuti, il primo incontro di formazione della rete BES “Insieme per l’inclusione: progetto di vita” organizzato dalla scuola capofila Istituto Comprensivo “G. Rossetti” di Vasto tenutosi presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale e Geometri “F. Palizzi” di Vasto.

I qualificati formatori Prof. Giuseppe Cristofaro, docente di Psicopedagogia, e la Prof.ssa Barbara Prosperi docente di Pedagogia Speciale dell’Università dell’Aquila hanno, con un’ampia trattazione, affrontato il problema dell’inclusione scolastica in particolare analizzando e studiando la problematica relativa agli alunni Bes (Bisogni Educativi Speciali). Molti sono stati gli approfondimenti per l’analisi dei casi che nel quotidiano fare scuola si presentano all’attenzione dei docenti e dei dirigenti scolastici.

Gli interventi, inoltre, hanno permesso di soffermare l’attenzione sull’importanza di una concreta progettualità per l’accoglienza degli alunni con Bisogni Educativi Speciali e delle “buone prassi” poste in essere quali offerte di qualità dell’Offerta Formativa delle Scuole per la popolazione scolastica.

A conclusione dei lavori il Dirigente Scolastico Maria Pia Di Carlo, ringraziando i relatori e tutti gli intervenuti, ha fissato l’appuntamento per il prossimo incontro di formazione previsto per il 15 dicembre 2014 presso l’auditorium dell’I.T.C “Palizzi” di Vasto.


Domenica Di Pasquale

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi