"Nel territorio di Vasto tre scarichi inquinanti" - Leonzio: "Collaboriamo con la Regione per risanare il territorio"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 19/11/2014

"Nel territorio di Vasto
tre scarichi inquinanti"

Leonzio: "Collaboriamo con la Regione per risanare il territorio"

Paolo LeonzioNel territorio comunale di Vasto sussistono preoccupanti scarichi inquinanti: "Vallone Maltempo, in cui scaricano le acque provenienti dal depuratore non funzionante di Cupello; così come lo scarico fognario a cielo aperto che conferisce in Vallone Buonanotte o lo scarico fognario in Contrada Lota che induce i liquami in Fosso Marino". Lo afferma Paolo Leonzio, direttore dell'associazione Ambiente Sport e Cultura, che offre la propria collaborazione al governo regionale al fine di tutelare la natura.

"A seguito dell’intenso lavoro - dice Leonzio - sono stati prodotti risultati, oggi conservati nei nostri archivi, che dichiariamo voler mettere a disposizione della Regione Abruzzo per favorire il suo miglior intervento per il risanamento ambientale del territorio.

A seguito delle dichiarazioni del componente della Giunta regionale d’Abruzzo con delega all’Ambiente, Mario Mazzocca, questa associazione prende atto della grave situazione denunciata circa lo stato d’inquinamento di fiumi e torrenti nel territorio regionale.

I volontari dell’associazione Onlus Ambiente Sport e Cultura di cui sono direttore regionale, unitamente all’Arci–caccia e pesca, al personale Tep e agli studenti delle scuole del territorio, da anni svolge una costante attività di monitoraggio e segnalazione alle autorità di realtà ambientali compromesse da fenomeni di inquinamento. I territori interessati, oltretutto, sono spesso ricompresi nei perimetri delle aree regionali protette. Le attività di controllo spesso si sviluppano anche nella regione Molise.

Sono certamente molti i fiumi ed i torrenti abruzzesi che mostrano grave sofferenza a causa dell’incuria di enti poco attenti alle esigenze ambientali. Le cause sono spesso riconducibili all’assenza o al mal funzionamento di depuratori ed alla mancata inertizzazione ed isolamento di vecchie discariche dalle quali fuoriesce percolato, il cui percorso ha termine proprio negli assi fluviali oggi all’attenzione delle autorità regionali. Ne sono esempi, più volte evidenziati, i casi verificati in territorio di Vasto con Vallone Maltempo, in cui scaricano le acque provenienti dal depuratore non funzionante di Cupello; così come lo scarico fognario a cielo aperto che conferisce in Vallone Buonanotte o lo scarico fognario in Contrada Lota che induce i liquami in Fosso marino.

L’attività di questa associazione, in collaborazione con la rete di volontari ormai costituita e dei Dirigenti scolastici sensibili alla difesa dell’ambiente, ha permesso l’intervento della magistratura, che qui si ringrazia, per molti dei casi segnalati".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi