Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Gissi   L'angolo dei lettori 13/11/2014

"Ospedale di Gissi, risolvere
la questione delle forniture"

"Presidio fondamentale per la salute dei cittadini dell’Alto Vastese"

L'ospedale di GissiDa Maria Antonietta Franchini riceviamo e pubblichiamo una segnalazione relativa all'ospedale di Gissi e l'appello all'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci. "Vorrei segnalare uno dei tanti disservizi della nostra sanità locale. Avendo mia madre diabetica ed insulino dipendente, mi reco ogni mese presso il presidio ospedaliero di Gissi per prenderle tutto il necessario per la terapia.

Verso la fine del mese scorso era già tutto finito, mi è stato detto di ripassare agli inizi del mese, avrei trovato tutto. Martedì mattina sono andata a Gissi e ho trovato in extremis le ultime due scatolette di strisce per raccogliere il sangue atto a rilevare il valore glicemico giornaliero (3 volte al giorno).

L'infermiera mi ha detto che ormai mandano il materiale con il contagocce. Fra poco dovremo fare gli appostamenti per prendere del materiale che serva per la nostra salute? Mi rivolgo all'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, le chiedo di intervenire, la maggior parte dell'utenza del distretto diabetico di Gissi sono persone anziane dell'Alto Vastese, a cui già sono state tolte le guardie mediche, adesso non gli vorrete togliere anche il diritto di fare l'insulina?

Spero che il problema venga risolto, altrimenti, essendo stufa e arcistufa di tutte queste situazioni, giuro che lotterò con i denti, affinchè mia madre e tutte le persone malate vengano finalmente rispettate.

 

Maria Antonietta Franchini

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi