Saldi, la Regione fissa le date, Confcommercio vorrebbe posticipare - Spostare la data di inizio a tutela della categoria
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 28/10/2014

Saldi, la Regione fissa le date,
Confcommercio vorrebbe posticipare

Spostare la data di inizio a tutela della categoria

I saldi invernali scatteranno in Abruzzo il 5 gennaio e si protrarranno fino al 5 marzo mentre la stagione dei saldi estivi partirà ufficialmente il 4 luglio con gli sconti che resteranno in vigore fino al 1 settembre. E’ quanto ha deciso la Regione, stamane, a margine della conferenza dei servizi che ha visto la partecipazione delle quattro Camere di commercio abruzzesi, delle maggiori associazioni di categoria e delle associazioni dei consumatori.

Confcommercio Chieti vede il bicchiere mezzo vuoto. "L’augurio è che i saldi partano lo stesso giorno anche nelle Regioni limitrofe all’Abruzzo per non ripetere quanto accaduto per gli ultimi saldi estivi quando il Molise - ricorda Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio Chieti - ha anticipato le vendite scontate arrecando un danno economico rilevante alle attività commerciali che operano nel vastese". Non basta. Confcommercio Chieti, da sempre in prima fila per la rivisitazione della formula dei saldi sul territorio, auspica che le date dei saldi vengano posticipate.

"Sono troppo a ridosso della partenza della stagione di riferimento. I saldi estivi di quest’anno sono scattati proprio poche settimane dopo l’inizio delle vendite dei prodotti estivi. In questo modo - spiega Tiberio - viene inficiato l’intero mercato locale che sta attraversando, specie in provincia di Chieti, un momento difficile". Da qui la richiesta di far iniziare i saldi in ritardo. "Per i saldi invernali non si potrà far nulla - afferma Tiberio - ma abbiamo strappato un impegno alla Regione affinché si ravveda sulla partenza degli sconti estivi. Il commercio al dettaglio va difeso anche e soprattutto con azioni del genere improntate alla legalità ed alla correttezza professionale".   

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi