Dario Antiseri a Vasto, un incontro interessante - Il filosofo ha presentato il suo libro "Dalla parte degli insegnanti"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Eventi 11/10/2014

Dario Antiseri a Vasto,
un incontro interessante

Il filosofo ha presentato il suo libro "Dalla parte degli insegnanti"

La locandina dell'incontroIl 10 ottobre presso l’ITCG “Palizzi” di Vasto numerosi cittadini e docenti della nostra città hanno avuto il piacere e l’onore di partecipare all’incontro con il prof. Dario Antiseri, docente di filosofia tra i più famosi e autore con il prof. Giovanni Reale di uno dei testi di filosofia più conosciuti e adottati nei licei.

L’evento è stato promosso e organizzato dall’Istituto Comprensivo “Gabriele Rossetti” come prologo per le manifestazioni che seguiranno in corso d’anno, per l’intitolazione dell’Istituto Comprensivo alla memoria del nostro illustre concittadino Gabriele Rossetti.

Il professor Antiseri, con le sue straordinarie doti oratorie, ha illustrato le tematiche affrontate in una sua pubblicazione, “Dalla parte degli insegnanti” (Ed. La Scuola), attualissima e centrata sul valore e l’efficacia del lavoro dei docenti nella scuola di oggi, e con la sua immensa cultura filosofica e pedagogica ha avvinto e affascinato l’intera platea fino alla conclusione dell’incontro.
“La continuità e la salvezza della società umana dipendono dalla scuola in misura ancora maggiore che nel passato. (…).L’obiettivo deve essere l’educazione di individui che agiscano e pensino indipendentemente, i quali, tuttavia, vedono nel servizio alla comunità il loro più alto problema di vita”. (A. Einstein).

Anche il dirigente scolastico, Prof. Maria Pia Di Carlo, ha sottolineato come sia importante far leva sulla professionalità dei docenti per la valorizzazione dei talenti degli alunni a partire dalla scuola dell’infanzia, per poter guidare gli allievi nel loro percorso di crescita verso l’indipendenza del pensiero.

Numerosi e interessanti sono stati i temi trattati e i preziosi insegnamenti sugli strumenti più efficaci per la formazione di “menti critiche” nelle nuove generazioni (traduzione, tema argomentativo, riassunto) e sullo “sfruttamento didattico” dell’errore, in quanto educazione alla razionalità è educazione a far tesoro degli errori nostri e di quelli degli altri. Razionale non è un uomo che voglia avere ragione, ma piuttosto un uomo che vuole imparare: imparare dai propri errori e da quelli altrui (Popper).

Pertanto, conclude il filosofo, schierarsi dalla parte della funzione sociale e dell’impegno formativo degli insegnanti vuole essere un segno di speranza nel futuro di una comunità più libera, più operosa, più inclusiva ed accogliente.

 

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi