Osservatorio Nazionale Amianto, chiude il coordinamento locale - Lo comunica il presidente Antonio Colella
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 28/08/2014

Osservatorio Nazionale Amianto,
chiude il coordinamento locale

Lo comunica il presidente Antonio Colella

Antonio Colella"Comunichiamo ai lavoratori e cittadini di Abruzzo e Molise che i dirigenti dell’Associazione “Osservatorio Nazionale Amianto - “ONA-ONLUS”-Abruzzo-Molise, da essi fondata nella primavera 2010 hanno rassegnato alla Presidenza Nazionale le loro “irrevocabili” dimissioni e, con unanime decisione di tutti gli iscritti del Coordinamento regionale e del Comitato comunale di Vasto, lo scioglimento definitivo dell’organizzazione, previo cancellazione della medesima dal “Registro delle Associazioni”, per “cessata attività territoriale”, avvenuta in data 30 luglio 2014". LO annuncia il presidente Antonio Colella tramite un comunicato stampa.

"Tale decisione si è resa inevitabile, a seguito di pesanti contrasti fra l’associazione territoriale e quella nazionale che ha brillato per la sua assenza anche in riferimento allo stesso Statuto dell’ONA il quale prevede, tra l’altro, all’art. 27 che “Le strutture periferiche….individuano ed organizzano le iniziative occorrenti alla loro qualificazione e al loro sviluppo, di concerto con la struttura nazionale dell’associazione”.

Un’assenza che ci ha portato a capire come la struttura nazionale ONA sia volta principalmente a promuovere se stessa tramite una facile propaganda piuttosto che a promuovere iniziative di lotta e di appoggio a difficili situazioni come quella di Vasto e San Salvo, di cui siamo i principali portatori ed al tempo stesso le vittime.

E’ indubbio che la lotta la continuiamo. Vogliamo verità e giustizia. Vogliamo che le vittime della Pilkington (ex SIV), vengano riconosciute e risarcite. Ma anche da questa esperienza negativa che denunciamo traiamo la forza e la capacità di andare oltre per realizzare gli scopi che ci siamo proposti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi