Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 21/08/2014

Pomodoro mezzotempo, una "sfida"
per incentivarne la coltivazione

Sul blog NoiVastesi Nicola D’Adamo racconta l’originale concorso

I primi tre classificatiLa società civile spesso supera in velocità la pubblica amministrazione. E' il caso del rinnovato interesse verso la varietà di pomodori "mezzotempo" base indispensabile del Brodetto di Pesce alla Vastese. Nel 2011 il Comune di Vasto ha siglato un accordo con l'ARSSA (settore agricoltura della Regione Abruzzo) per lo sviluppo del "mezzotempo", ma da allora la cosa viene pigramente seguita da Palazzo di Città. Un gruppo di affiatati amici, invece, con a capo Filippo Pomponio con il supporto logistico di Giorgio Perrozzi, ogni anno, proprio dal 2011, organizza addirittura un Concorso per hobbisti del "mezzotempo" - che di volta in volta diventa sempre più ben strutturato - per incentivare la coltivazione del prodotto tipico. Quest'anno gli organizzatori hanno coinvolto nella Commissione esaminatrice i massimi esperti del settore come Luciano Pollastri (ARSSA/regione - Responsabile Sezione del Territorio, del Suolo e Green Economy) e Rocco Marinucci (ARSSA/regione - Responsabile ricerca del mezzotempo) a cui si sono aggiunti Nicola D’Adamo (Giornalista); Giulio D’Adamo (Agricoltore); Gabriele Bonifacio (Notaio del concorso).

Il 19 agosto gli "ortolani novelli" partecipanti al concorso hanno consegnato i pomodori (2 campioni a testa). Ieri, 20 agosto si è riunita la commissione per la selezione dei vincitori. Marinucci (Regione Abruzzo) ha introdotto i lavori illustrando le caratteristiche di questa varietà e dicendo di sentirsi ottimista sul futuro del pomodoro mezzotempo che ha ottime qualità "nutraceutiche" e addirittura il 50% in più di vitamina C rispetto ad altre varietà. Le selezione dei semi e il loro potenziamento va avanti e nel giro di alcuni mesi potranno essere forniti i dati ufficiali e fare il punto della situazione. E' iniziato poi il meticoloso lavoro di selezione dei campioni presentati, fissando le caratteristiche ottimali che deve avere il prodotto, come giustamente ha sottolineato Pollastri. 

La giuria all'operaAlla fine sono risultati vincitori i campioni prodotti da Levino D'annunzio (1° premio) con la seguente motivazione: "pomodoro tipico per forma e colore uniforme, buona simmetria, regolare"; Peppino Natarelli (2° posto) "colorazione uniforme, buona simmetria, costolatura tipica della varietà"; Mario Rai (3° posto) "colorazione intensa, colletto largo, costolatura larga". 

Ha fatto seguito alle 20 una cena - ovviamente - a base di "mezzotempo" con pasta al pomodoro, Caprese con mozzarella di bufala, frutta e dolci. Il vincitore del concorso Levino D'Annunzio è stato premiato con l'opera in ceramica dell’artista Miriam Melle, che rappresenta due bei pomodori mezzotempo! Un suggerimento. E se la prossima edizione diventasse un appuntamento fisso del Comune da inserire nel calendario dell'Estate Vastese?
 
Nicola D'Adamo
Noi Vastesi 

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi