M5S, catena umana in spiaggia per dire "no al petrolio in Adriatico" - Questa mattina l’appuntamento sulla spiaggia di Vasto Marina
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 03/08/2014

M5S, catena umana in spiaggia per
dire "no al petrolio in Adriatico"

Questa mattina l’appuntamento sulla spiaggia di Vasto Marina

La catena umana in spiaggiaUna catena umana sulla spiaggia di Vasto Marina per ribadire il "no" alla petrolizzazione del mare Adriatico, con particolare riferimento al progetto Ombrina Mare. L'appuntamento organizzato dal Movimento 5 Stelle previsto per domenica scorsa e rinviato a causa del maltempo arriva qualche giorno dopo la scadenza del termine per presentare le osservazioni al progetto della Medoil gas. Diversi bagnanti, tra cittadini e turisti, si sono uniti alla catena iniziata dagli attivisti del M5S, per esprimere la loro contrarietà alle nuove trivellazioni in mare. Molti, però, pur dicendosi favorevoli all'iniziativa, non hanno preso parte all'iniziativa.

Presenti anche il consigliere regionale Pietro Smargiassi, che ha presentato nei giorni scorsi un documento di sette pagine con le osservazioni al progetto, e il senatore Gianluca Castaldi. Tanti gli striscioni esposti lungo la catena umana, che si è snodata nel tratto a nord del pontile, per un messaggio "dal basso" che si unisce alle iniziative promosse a livello politico e legale.

Solo qualche giorno fa il consiglio comunale di Vasto ha votato all'unanimità la mozione che prevede la presentazione di un ricorso al Tar contro il progetto di un'altra compagnia petrolifera, la Petroceltic, e che ha in oggetto l'ampliamento degli impianti Rospo Mare, come ricordato anche il sindaco Lapenna, presente questa mattina in zona pontile.

A breve le interviste a Smargiassi e Castaldi

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi