Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 27/07/2014

E’ rosso in tutte le direzioni,
6 chilometri di code sulla riviera

Semaforo rotto, mega ingorgo a vasto marina

27 luglio 2014: semaforo rotto, mega ingorgo a Vasto MarinaOltre quattro chilometri in direzione nord, due sulla direttrice Vasto-Vasto Marina. Code lunghissime e riviera intasata di auto stamani lungo il tratto vastese della statale 16. 

E' caos all'incrocio tra la provinciale Istonia e la statale 16 e all'intersezione tra quest'ultima, via Puccini e via Donizetti, il crocevia che conduce alla spiaggia di Vasto Marina. Qui, infatti, i sematori sono rossi in tutte e quattro le direzioni. Automobilisti indispettiti dalle lunghe attese, quando si accorgono del guasto all'impianto semaforico, lo segnalano col clacson ai predecessori. 

"Quaranta minuti per scendere da piazza Verdi fino a qui", protesta il professor Nicola Bevilacqua, alla guida della sua Fiat Croma, all'incrocio tra l'Istonia e la statale adriatica. "Qui siamo incolonnati fino a San Salvo Marina", racconta Tiziano Longhi, che ha inviato a Zonalocale.it la foto della coda formatasi nella zona meridionale. 

Di recente il semaforo era andato già in tilt diverse volte, ma quella di oggi, in piena stagione estiva, è una mattinata di disagi per automobilisti e residenti.

La situazione torna alla normalità attorno alle 12:40. I semafori ora sono a lampeggio.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi