A14 pericolosa, Amato (Pd) interroga il ministro Lupi - Nel tratto ortona-vasto quattro morti in poche settimane
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 17/07/2014

A14 pericolosa, Amato (Pd)
interroga il ministro Lupi

Nel tratto ortona-vasto quattro morti in poche settimane

Maria Amato (Pd)Con un'interrogazione a risposta scritta e urgente l'onorevole Maria Amato (Pd) chiede al ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, tempi certi e modalità della messa in sicurezza autostradale della A14, con particolare riferimento alla tratta Francavilla-Ortona verso Lanciano-Vasto, che ha registrato numerosi incidenti mortali negli ultimi tempi.

"Sono in corso i lavori di messa in sicurezza e sostituzione dei guardrail laterali del tratto della A14 insistente sul quel tratto - spiega l'onorevole del Pd - che determinano obbligatoriamente deviazioni e tratti in doppio senso che, seppur necessarie, risultano pericolosissime". Nell'interrogazione, la Amato sottolinea al ministro tale pericolosità, ricordando gli ultimi due incidenti, che nel giro di poche settimane hanno determinato quattro morti, ma anche quello del 10 luglio, che per fortuna non ha avuto conseguenze letali.

"Pur nella consapevolezza della bontà  dell'obiettivo finale dei lavori attuati dalla Società Autostrade - commenta la parlamentare di Vasto - le procedure messe in atto determinano un reale pericolo per la sicurezza della circolazione in un periodo in cui i flussi sulla A14 sono fortemente aumentate per la mobilità turistica che si somma alla mobilità  dei numerosi pendolari" "Per tutto questo, per la sicurezza della popolazione, dei pendolari, e degli Operatori del Turismo, mi sono rivolta al Ministro Lupi per chiedere se almeno siano state poste in essere azioni ispettive sull'operato della Società Autostrade nel tratto in oggetto volte a verificare che siano stati usati tutti i mezzi per garantire il diritto dei cittadini alla sicurezza stradale. Sono realmente e urgentemente necessari sia una segnaletica più adeguate che la presenza di sbandieratori almeno nelle ore di punta al fine di garantire la giusta allerta in quel tratto. Ho comunicato tempestivamente - conclude Maria Amato - questa interrogazione al Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso e al Prefetto di Chieti Fulvio Rocco de Marinis alla ricerca di quella sinergia istituzionale che possa condizionare la Società Autostrade a cercare misure speciali per la garanzia della sicurezza perché gli eventi, le dolorose conseguenze degli incidenti dimostrano che il solo rispetto delle normali procedure di sicurezza per l'attuazione dei lavori non bastano. Una sinergia che abbia come obiettivo i due elementi che il governo regionale richiama per tutte le sue azioni: la cura e la premura".

(Comunicato stampa)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi