In pensione Lilli Di Mucci, per 30 anni docente al Palizzi - Il saluto della scuola alla docente di lettere
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Personaggi 15/06/2014

In pensione Lilli Di Mucci,
per 30 anni docente al Palizzi

Il saluto della scuola alla docente di lettere

La prof. Di Mucci con il preside FuianoFesta grande all’Istituto Economico Tecnologico “F.Palizzi” di Vasto, per salutare la professoressa Lilli Di Mucci, giunta al traguardo della pensione dopo 40 anni di servizio, di cui trenta prestati proprio nella più antica scuola vastese. A salutare la professoressa, che ha insegnato italiano e storia a tante generazioni di vastesi e non solo, tutti i colleghi, il personale Ata, il Dirigente Scolastico Gaetano Fuiano, e le due neo dirigenti Nicoletta Del Re e Anna Orsatti, colleghe per anni della neo pensionata.

Le prof. Di Mucci ha raccontato alcuni episodi della sua carriera scolastica, rievocando i vecchi Presidi del Palizzi e le mille avventure delle gite scolastiche. Spazio anche per una poesia di Leopardi, riadattata per l’occasione dal brillante prof. Vicoli. Infine le parole benauguranti del Dirigente, che ha ringraziato la docente per il servizio svolto per anni in modo encomiabile. Un po’ di commozione, qualche lacrima e tanta allegria hanno poi condito il bouffet. Tanti auguri cari Lilli, da tutta la grande famiglia del Palizzi!

Fabrizio Scampoli

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi