Bicentenario dell’Arma, il logo celebrativo su tutti i mezzi - Presentato ieri al comando provinciale di Chieti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 04/06/2014

Bicentenario dell’Arma, il logo
celebrativo su tutti i mezzi

Presentato ieri al comando provinciale di Chieti

Il colonnello Ronzo (al centro)Nell'ambito delle iniziative per la celebrazione del bicentenario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri, ieri mattina, nella Caserma "Gennaro Derelitto", sede del Comando Compagnia dei Carabinieri di Chieti, sono state esposte le autoradio con il nuovo logo celebrativo del Bicentenario come quelle che, a partire dal primo Giugno e fino alla fine dell'anno, circoleranno in tutta Italia.

L'iniziativa vuole ricordare i duecento anni dell'Arma. Il logo è composto da alcuni dei segni distintivi dell'Arma, tra i quali la granata, con collo e orecchiette, che al centro presenta un monogramma in rilievo composto dalle lettere intrecciate RI (Repubblica Italiana), sormontata da una fiamma. Il fregio, sui berretti dell'Arma dal 1833, è l'emblema di tutti i carabinieri e richiama i concetti di onorabilità cavalleresca e di forma militare.

Sotto la fiamma, su lista svolazzante di colore azzurro scuro, la frase "Nei Secoli Fedele", creata dal Capitano Cenisio Fusi in occasione del Centenario dell'Arma. Alla base del logo l'anno di fondazione (1814) e quello del Bicentenario (2014).

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi