Al Cotir l’incontro dei lavoratori con Sara Marcozzi del M5S - La candidata alla Presidenza della regione in contrada Zimarino
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 24/04/2014

Al Cotir l’incontro dei lavoratori
con Sara Marcozzi del M5S

La candidata alla Presidenza della regione in contrada Zimarino

L'incontro con Sara Marcozzi"Chiediamo alla politica di farsi portavoce delle nostre proposte per tornare ad avere un futuro: essere presenti nel bilancio di previsione regionale e avere un management che porti avanti una programmazione seria, che ci faccia essere presenti sul mercato". Sono le parole rivolte dai lavoratori del Cotir di Vasto a Sara Marcozzi, candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Abruzzo, ieri in contrada Zimarino insieme ai candidati del territorio, Silverio Marzocchetti, Pietro Smargiassi e Rema De Camillis ed altri attivisti vastesi. "Lo chiediamo a lei - dicono i lavoratori - e lo chiederemo anche a D'Alfonso e Chiodi, se vorranno mai venire qui".

Uno dei passaggi del confronto tra lavoratori e M5S è quello sul mancato coinvolgimento di altrei assessorati, oltre a quello dell'agricoltura, nel finanziamento al Cotir. "Se venissero coinvolti più assessorati - sostengono i lavoratori - la situazione potrebbe essere più sostenibile". Questo passando per un management che oggi è di nomina politica. "Noi del M5S - dice Pietro Smargiassi - siamo gli unici ad aver proposto la nomina di cda per competenze e non per scelta politica".

I lavoratori, che continuano la loro azione di protesta per ricevere i molti mesi di stipendi arretrati ma, soprattutto, per capire cosa ne sarà del loro futuro, ripercorrono le tappe della vicenda che li ha portati fino alla situazione attuale. Dopo aver ascoltato la voce dei lavoratori Sara Marcozzi spiega come "abbiamo notato che in Regione manca una programmazione e soprattutto manca un rapporto tra i diversi assessorati, che lavorano ognuno per conto proprio. Il nostro obiettivo è quello di rilanciare la ricerca, va riprogrammato tutto lo sviluppo della nostra regione". Questo si può fare solo agendo sul bilancio, che oggi destina alle attività di ricerca le briciole. "Sarà necessario ristabilire le priorità, ci sono alcune cose da finanziare ed altre da tagliare. Oggi promesse non ne possiamo fare, ma vi diciamo chiaramente quali sono le nostre intenzioni, con la ricerca che è ai primi posti in ogni nostro programma". 

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi