Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 16/04/2014

Assalto al portavalori,
due condanne a 16 e 13 anni

Rapina sull’a14, la prima sentenza

Il portavalori crivellato di colpiIl giudice monocratico del tribunale di Vasto, Caterina Salusti, ha condannato due imputati pugliesi ritenuti responsabili dell'assalto al portavalori sul tratto vastese dell'A14: 16 anni di reclusione per Vincenzo Costantino, 13 anni per Matteo Morra. Tramite i loro avvocati difensori, avevano scelto il processo con rito abbreviato.

La mattinata - Processo con rito abbreviato per due dei 19 imputati per la rapina sul tratto vastese dell'autostrada A14. Si tratta di due persone di Foggia che, secondo gli inquirenti, sono coinvolte nell'assalto al portavalori avvenuto il 19 dicembre 2012, quando un commando armato di kalashnikov mise a ferro e fuoco l'autostrada tra località Sant'Antonio Abate e San Salvo, rubando 600mila euro, 250mila dei quali furono recuperati nelle ore successive, quando in Abruzzo, Molise e Puglia scattò la caccia ai malviventi.

Quattro persone furono arrestate nei giorni successivi, altre due nel corso delle indagini. Nel colpo, tra membri del commando e basisti, furono coinvolte 19 persone. Oggi l'udienza per i due imputati che hanno chiesto il giudizio abbreviato, a maggio per gli altri il processo con rito abbreviato.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi