Ladri di rame in contrada Pallano: rubati 70 metri di grondaia - La vittima chiede lumi sulla funzionalità della telecamera di videosorveglianza
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Villalfonsina   Cronaca 30/03/2014

Ladri di rame in contrada Pallano:
rubati 70 metri di grondaia

La vittima chiede lumi sulla funzionalità della telecamera di videosorveglianza

Il professor Domenico Di TullioCirca 70 metri di grondaie di rame sparite nel corso di una notte, oltre ad un cavo industriale della lunghezza di trenta metri. È il bottino del furto messo a segno dai ladri qualche giorno fa in contrada Pallano, comune di Villalfonsina, in una casa in costruzione del professor Domenico Di Tullio. L’insegnante in pensione abita proprio di fronte all’edificio in costruzione e si è accorto subito che erano sparite tutte le grondaie, così si è recato presso la stazione dei carabinieri di Casalbordino per sporgere denuncia. Di Tullio faceva affidamento sulla telecamera di videosorveglianza posta all’inizio della strada. “Ma ad oggi, dopo una settimana, nessuno mi ha fatto sapere se la telecamera ha registrato le immagini dei ladri che transitavano lì sotto”. La strada dove si trovano l’abitazione del professor Di Tullio e qualche altra casa è senza uscita, quindi la telecamera posta al bivio dovrebbe rappresentare un sistema di monitoraggio sicuro. “Ma io, ad oggi, non so nulla. Evidentemente questa telecamera non registra sempre. Mi sentivo sicuro, visto che la strada è senza sbocco e chi vuole uscire deve passare per forza dall’incrocio, ma evidentemente non è così. Ad oggi ho avuto risposte contrastanti dalle istituzioni interessate nella vicenda. Chiedo solo che si chiarisca quanto accaduto e che si possa sapere se la telecamera ha registrato o meno quanto è successo”.

Le grondaie mancantiSul funzionamento della telecamera interviene anche il consigliere comunale Giuliano Travaglini, sollecitato dallo stesso professor Di Tullio. Il consigliere, eletto cinque anni fa nella lista che sosteneva il sindaco in carica Mimmo Budano, è passato tra le fila dell’opposizione, con il gruppo “Insieme per Villalfonsina”, a seguito di dissidi interni alla maggioranza. Tra questi proprio la vicenda videosorveglianza, che nel 2011 vide 338 cittadini villesi chiedere inutilmente il referendum per esprimersi sul progetto cui erano contrari. “Ho aderito al gruppo di opposizione per battermi e sorvegliare in maniera vigile e attenta ogni situazione relativa a spese ingenti che non possono essere giustificate per le esigenze della collettività - spiega Travaglini -. Visti i risultati fino ad oggi inesistenti mi chiedono se questo impianto di videosorveglianza, per cui il Comune paga un mutuo ventennale, sia stato utile o inutile”.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi