Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 14/03/2014

In auto con 2,6 chili di eroina,
albanesi arrestati a Vasto

Lotta allo spaccio

Domani, nel carcere di Torre Sinello, l'udienza di convalida degli arrestiStavolta la droga partiva dall'Abruzzo e viaggiava verso il meridione. Tredici poliziotti delle squadre mobili di Pescara e Foggia, del Commissariato di San Severo e dell'autostradale di Vasto e Pescara, impegnati in un'operazione antidroga, hanno bloccato e arrestato a Vasto due albanesi che trasportavano in auto 2 chili e 600 grammi di eroina e 80 grammi di marijuana

E' accaduto ieri alle 17.50 lungo il tratto vastese dell'autostrada A14. Al chilometro 438 della corsia sud, gli agenti hanno fermato la Ford Focus station wagon grigia a bordo della quale viaggiavano Orges Killa, 28 anni, residente a Silvi, e Facuir Domi, 30, residente a Chieti. 

Sotto al sedile posteriore della vettura gli investigatori hanno trovato, in una busta di tela verde, 2,6 chili di eroina suddivisa in 4 panetti, un involucro contenente 80 grammi di marijuana e 5 cellulari con altrettante schede sim.

Ha dato esito negativo, invece, la perquisizione delle abitazioni, eseguita per verificare se i due nascondessero in casa altri stupefacenti. Sono stati arrestati e condotti nel carcere di Torre Sinello, a Vasto, dove domani si terrà l'udienza di convalida. Sono difesi dagli avvocati Paolo Del Viscio di Vasto e Angelo Pomponio di Chieti. "Aspettiamo di leggere gli atti", dice Del Viscio, lasciando intendere che probabilmente il suo cliente si avvarrà della facoltà di non rispondere.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi