Schianto contro il guard rail: 37enne muore sulla Trignina - Le altre due amiche ricoverate in ospedale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 09/03/2014

Schianto contro il guard rail:
37enne muore sulla Trignina

Le altre due amiche ricoverate in ospedale

L'auto ridotta ad un mucchio di lamiereÈ stato un impatto violentissimo quello avvenuto sulla Trignina, strada che ancora una volta di rivela scenario di un incidente mortale. Erano l’alba quando è arrivata la chiamata d’emergenza alle forze dell’ordine. Una Opel Corsa, che viaggiava verso Isernia, si è schiantata contro il guard rail. Il punto dell’impatto finale è in corrispondenza dello svincolo per San Salvo. Le lamiere hanno sfondato i vetri e si sono accartocciate con l’auto. Sulla macchina c’erano tre donne, tutte di Isernia, stavano tornando a casa dopo aver trascorso la serata a Termoli.

Per Barbara De Crescente, classe 1977, non c’è stato nulla da fare, l’impatto le è stato fatale. Trasferite al San Pio da Pietrelcina di Vasto le altre due amiche 33enni. Sul posto le ambulanze del 118, i Vigili del Fuoco, che hanno dovuto estrarre le tre donne dalla macchina ormai divenuta un cumulo di rottami e i carabinieri della Compagnia di Vasto. La Trignina è rimasta bloccata per diverse ore così da permettere le operazioni di soccorso, i rilievi e la rimozione dei rottami. I carabinieri hanno raccolto elementi utili a ricostruire la dinamica dell’incidente mortale.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi