CHIUDI [X]
 
Vasto   Cultura 06/03/2014

Il giudice Italo Radoccia presenta
Quel fascino ambiguo del cervello

Magistrato e nuovo presidente del tribunale di Vasto

Nel suo tour per il bel Paese, il professor Guido Brunetti ha inserito anche alcune città abruzzesi, come Vasto, Lanciano e Fraine per la presentazione del suo nuovo libro.

L’ opera, che ha per titolo “Quel fascino ambiguo del cervello umano” (Campanotto Editore), sarà illustrata  dal magistrato Italo Radoccia, nuovo presidente del Tribunale di Vasto e attualmente giudice nel Tribunale dell’ Aquila. Il dottor Radoccia è stato docente nelle Università di Cosenza e di Chieti ed è autore di eccellenti studi giuridici. Collabora con varie riviste giuridiche a livello nazionale.

Il libro comprende una serie di saggi che raccontano in uno stile chiaro e brillante gli ultimi fantastici progressi delle neuroscienze. Le nuove scoperte  in materia “stanno determinando - afferma Brunetti-  una rivoluzione scientifica destinata a sconvolgere non soltanto i metodi di diagnosi e terapia in medicina e psichiatria, ma anche la stessa visione che abbiamo dell’ uomo e del mondo e le nostre millenarie concezioni, a partire dai sistemi filosofici ed educativi.

Negli ultimi anni, la nuova scienza del cervello, della mente e della coscienza ha proposto teorie in molteplici campi di ricerca, come ad esempio in quello della neuro giurisprudenza, un settore che analizza le scoperte delle neuroscienze in relazione alle norme giuridiche e ai comportamenti devianti, patologici e criminogeni.

Entrare nella mente umana diventa allora la più grande e straordinaria avventura scientifica mai tentata dalla specie umana. Conoscere il cervello- aggiunge l’ autore- è l’ ultima e più affascinante sfida riservata all’ essere umano”.

Il volume- scrive il professor Rapisarda, docente di psichiatria- “è indicato non solo per medici e psichiatri, ma anche per insegnanti, genitori, studenti e gente comune”.

Il programma e la data dell’evento sono in corso di definizione

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi