Acque maleodoranti nel Treste, la segnalazione dell’Arci Pesca - La probabile origine da uno sversamento a castiglione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lentella   Ambiente 16/01/2014

Acque maleodoranti nel Treste,
la segnalazione dell’Arci Pesca

La probabile origine da uno sversamento a castiglione

La perlustrazione dei volontariSi stringe il cerchio attorno alle cause dell'inquinamento del fiume Treste scoperto due giorni dai volontari dell'Arci Pesca Fisa. Dopo attente perlustrazioni è stata evidenziata la presenza di acque nere e maledoroanti nel territorio di Castiglione Messer Marino, nella zona artigianale, che finiscono in un affluente del Treste, provocando la colorazione scura visibile anche diversi chilometri a valle. Per questo il presidente provinciale dell'Arci Pesca Fisa, Giuseppe Zappetti, ha inviato una lettera (che riportiamo di seguito) alle autorità competenti per informarle di quanto scoperto e di come non sia la prima volta che accadono episodi del genere nello stesso punto.

Buongiorno, si segnala con la presente un fatto alquanto increscioso in merito allo stato di salute del fiume Treste, dovuto “certamente” a  sversamenti di liquami in località Castiglione Messer Marino (Ch), Zona Artigianale. In riferimento alla strana colorazione nel basso fondovalle  del Treste, nei  tratti individuati nei Comuni di Lentella e Cupello, nella giornata di ieri 15 gennaio  2014, degli Agenti Ittici Volontari dell’ARCI PESCA FISA Chieti,  hanno effettuato un accurato controllo lungo tutto il percorso del fiume sino alle sorgenti situate in località Castiglione Messer Marino.

La situazione rinvenuta dagli Agenti al di sotto della Zona Artigianale (come evidenziano le foto allegate.) è vergognosa al limite del degrado e del rispetto ambientale. Acque nere e maleodoranti  trasudano dal terreno sottostante della Zona Artigianale a una distanza di  circa 50 – 100 metri, che confluiscono in un affluente minore di destra del Treste.

La melma presente nel terrenoQuest’ultimo, si riversa e nelle acque del fiume Treste nella zona delle briglie, al di sopra del ponte della S.P. Fraine - Castiglione M.M. Episodio simile, era stato in precedenza segnalato alle autorità competenti nell’autunno del 12 novembre 2011, è evidente che siamo di fronte ad un copione già visto. Pertanto,  si chiede a  quanti in indirizzo un rapido e sollecito intervento in modo da porre fine a questa nuova vergogna.

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi