Multipiano, il prolungamento del contratto non è ancora firmato - Consiglio comunale
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 17/12/2013

Multipiano, il prolungamento
del contratto non è ancora firmato

Consiglio comunale

Vasto. Rampa di accesso al multipiano (foto da www.parcheggiomultipianovasto.com)"L'amministrazione Lapenna sta facendo l'ennesimo errore ai danni della comunità vastese". Davide D'Alessandro è tornato ieri a chiedere la rescissione del contratto tra il Comune di Vasto e l'impresa De Francesco, che gestisce il parcheggio multipiano di via Ugo Foscolo. Lo ha fatto durante la seduta del Consiglio comunale.

"Ho interrogato il sindaco - commenta il consigliere comunale indipendente - sulla brutta vicenda del parcheggio multipiano, sulla struttura pronta ad accogliere un’antenna di telefonia mobile montata nel breve volgere di un mattino e, a distanza di più di un mese, non ancora smontata nonostante le vibranti proteste dei consiglieri di minoranza, di un Comitato, di tanti cittadini vastesi e, se non bastasse, di un’ordinanza sindacale.

Non ho potuto, durante la replica, che ritenermi ampiamente insoddisfatto. Intanto, perché il sindaco non ha risposto, preferendo scaricare la patata bollente nelle mani dell’assessore Marra, poi perché l’assessore, dopo essere stato piuttosto meticoloso e preciso, ha evitato di trarre la naturale conclusione che chiediamo da tempo: la rescissione del contratto con il privato che ha avuto in gestione l’imponente struttura per 30 anni a mille euro mensili.

Infatti, l’assessore, ha dichiarato che l’intera vicenda non è affatto piaciuta all’Amministrazione Lapenna; che la stessa non ha ancora firmato nulla sul prolungamento degli anni, da 30 a 45; che tutto è ancora in discussione; che non intende fare né sconti né regali alla ditta De Francesco; che ha chiesto al Suap l’annullamento del provvedimento; che ha manifestato preoccupazione anche per il contesto ambientale non rispettato a due passi dal Caldoresco; che comunque, dopo tutte queste belle premesse, non ritiene esservi la condizione per chiedere la rescissione del contratto.
Io, invece, ritengo - commenta D'Alessandro - che vi siano più di una condizione e che l'amministrazione Lapenna stia facendo l’ennesimo errore ai danni della comunità vastese".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi