Antonio Borromeo a Pescara per la presentazione di un libro - Contro la violenza di genere
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 30/11/2013

Antonio Borromeo a Pescara
per la presentazione di un libro

Contro la violenza di genere

Antonio BorromeoAntonio Borromeo, il "pellegrino" dei padri separati, interverrà oggi, sabato 30 novembre alla presentazione del libro di Glenda Mancini, intitolato "L'uomo vittima di una donna carnefice" presso la libreria Libernauta di Pescara.

Questo saggio accende i riflettori su un fenomeno di cui si parla poco e che dimostra come il concetto di "violenza di genere" venga spesso tradotto erroneamente dai media come "violenza esclusiva dell'uomo sulla donna", come se l'uomo fosse destinato a ricoprire sempre e solo il ruolo di carnefice e la donna quello di vittima.

Dai risultati emerge che accade frequentemente il contrario e che dunque esiste una violenza della donna sull'uomo che si manifesta con caratteristiche e tipologie considerate tipicamente maschili.

L'argomento sarà affrontato da Antonio Borromeo ed approfondito da altri esperti quali Valencia Saba, dottoressa in psicologia, membro del Movimento femminile per la Parità Genitoriale, e Gaetano Sorbetti, attivista.

Nonostante la realtà sia ben diversa da quella che si vuol far credere, l'iniziativa "Papi Gump" ha inteso comunque andare oltre tale contrapposizione nella consapevolezza che è necessario combattere ogni forma di violenza, in particolar modo quella subita dai minori dopo la separazione dei coniugi genitori. Minori che sono vittime e solo "vittime" di un sistema che deve assolutamente cambiare.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi