Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 11/11/2013

Alla Scuola Santa Lucia
la Festa dell’Albero 2013

Consegnata la bandiera verde della fee

L'orto della Scuola Santa LuciaVenerdì 8 novembre i bambini della scuola dell’infanzia Santa Lucia sono stati nuovamente protagonisti dell’ormai celebre Festa dell’Albero. Tutti i bimbi dai 3 ai 5 anni sono stati chiamati ad impegnarsi in canti richiamanti la natura ed il suo sviluppo, per celebrare anche quest’anno un nuovo albero piantato nell’giardino della scuola.

Quest’anno è stato il turno di un melo, che ha seguito il mandarino, il melograno, il limone e gli altri alberi piantati nel corso degli ultimi anni, che insieme all’orto delle erbe balsamiche, l’orto delle verdure e il giardino dei fiori rappresentano un vero e proprio piccolo prezioso tesoro che adorna gli esterni del plesso scolastico.

Piante e fiori che nel corso dell’anno vengono curate, osservate e “giocate” dai bambini, sono state come ogni anno protagoniste anche delle storie e dei disegni che hanno caratterizzato le attività dei piccoli naturalisti.

All’interno della calda mattinata per il piacere di tutti baciata dal sole, c’è stato anche un momento molto importante per le attività didattiche della scuola; infatti la FEE ha conferito la prestigiosa Bandiera verde, destinata alle scuole che si sono distinte particolarmente per la qualità dei progetti di sostenibilità ambientale e per le azioni concrete di gestione ecologica all’interno dei propri plessi. La scuola Santa Lucia, rientra nei progetti di tutto l’Istituto Comprensivo n.2, coordinati dall’Ins. Domenica Di Pasquale (vedi la cerimonia alla scuola “L. Martella” clicca qui).

La festa dei bambini"Siamo orgogliosi – salutando le autorità presenti introduce l’insegnante Concetta Delle Donne, referente del progetto Eco–Schools FEE per la Scuola dell’Infanzia “Santa Lucia” – di questo risultato, miriamo a fare sempre di più e meglio, e per l’anno scolastico in corso potremo contare sull’aiuto dei nonni ospiti della residenza San Michele, che con una brevissima passeggiata raggiungeranno il nostro giardino per prendersene cura insieme ai bambini, e sull’aiuto dei ragazzi della II C della scuola secondaria Rossetti (presenti alla manifestazione con l’Ins. Valentini) che, insieme all’architetto Smargiassi, svilupperanno un progetto di miglioramento e riqualificazione dell’area esterna del nostro plesso come già stanno facendo per la Scuola Rossetti e la Martella".

Alla Manifestazione, presieduta dalla Dirigente dell’Ist. Comprensivo n. 2 Maria Pia Di Carlo, hanno partecipato anche esponenti politici, gli Ass.ri Marra e Olivieri, esponenti delle forze dell’ordine e militari, il Maresciallo Loris Mancini, l’App.to scelto Roberto Giannavola e la Sig.ra Carlucci per la Croce Rossa, oltre naturalmente ai quadri FEE con Paolo Leonzio Cons. Naz.le e Ref. Reg.le ed il dott. Spadano collaboratore dell’organizzazione.

"Come da tradizione, la nostra scuola ogni anno in autunno – ha continuato l’Ins. Delle Donne – arricchisce il giardino con la messa a dimora di un nuovo albero. Se ne occupano materialmente i bambini frequentanti l’ultimo anno che in questo modo lasciano una testimonianza del loro impegno nel progetto di educazione ambientale “un giardino a colori”, che la scuola promuove da ben 6 anni, con l’intento di educare alla bellezza della natura e al senso di responsabilità e rispetto verso l’ambiente".

Al termine della manifestazione, sentiti ringraziamenti per tutti in particolare ai bambini delle sezioni A, B, C, D, E, F, G, H, alle bravissime docenti del plesso, ai preziosi collaboratori ed al personale della cooperativa che gestisce in modo sempre disponibile la refezione.

Angelo Marzella

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi