Omicidio Del Vecchio, la difesa cambia i propri periti - Il delitto di via Anghella
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 15/10/2013

Omicidio Del Vecchio, la difesa
cambia i propri periti

Il delitto di via Anghella

Del Vecchio dopo l'udienza della scorsa settimana

Ha prestato giuramento e assunto ufficialmente l'incarico di consulente tecnico d'ufficio Felice Carabellese, il docente dell'università di Bari che dovrà eseguire la seconda perizia psichiatrica su Marco Del Vecchio. 

Cambiano i periti della difesa: ai criminologi Francesco Bruno e Simonetta Costanzo subentrano il dottor Danilo Montinaro e la professoressa Rossella Di Carmine.

L'accusa, rappresentata dal pm Enrica Medori, ha nominato, invece, gli psichiatri Stefano Ferracuti e Giuseppe Orfanelli. Per la parte lesa, invece, l'esperta rimane Roberta Bruzzone.

Del Vecchio attualmente si trova a Vasto, nel carcere di Torre Sinello, dopo aver trascorso un periodo di detenzione a Torino.

L'attesa - Verrà conferito ufficialmente oggi l'incarico della seconda perizia psichiatrica su Marco Del Vecchio il 38enne accusato di aver ucciso il 17 novembre 2012 con 111 coltellate i suoi genitori, Emidio Del Vecchio e Adele Tumini.

Nell'udienza della scorsa settimana, il gup del Tribunale di Vasto, Anna Rosa Capuozzo, ha accolto la richiesta della difesa, rappresentata dall'avvocato Raffaele Giacomucci.

Stamani il docente dell'Università di Bari, Felice Carabellesi, presterà giuramento dinanzi al magistrato, accettando così l'incarico di consulente tecnico d'ufficio.

L'indagato, attualmente detenuto a Torino in attesa del giudizio, che si svolgerà con rito abbreviato, verrà condotto nel palazzo di giustizia di via Bachelet. Da tempo Del Vecchio è stato recluso per lungo tempo nel penitenziario Lorusso e Cutugno, che ha una sezione all'interno dell'ospedale Le Molinette, dove gli sono state somministrate alcune cure.

Torneranno a incontrarsi in aula l'indiziato e sua sorella Nicoletta, che insieme all'altro fratello, Osvaldo, è parte lesa in questa triste vicenda. Entrambi sono rappresentati dall'avvocato Gianni Menna.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi