CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 04/10/2013

Vasto, piccole imprese al collasso
Cna: "Mercato in calo del 50%"

La crisi

Vasto. Presidio della Cna in piazza BarbacaniLa situazione si fa drammatica per le piccole e medie imprese del Vastese. A lanciare l'allarme è la Cna, confederazione nazionale artigiani. "Nel giro di due anni, la produzione ha fatto segnare un calo di circa il 50%, una mazzata per le nostre attività", spiega Silvio Calice, referente locale dell'organizzazione dei piccoli imprenditori. 

Il presidio di inizio settimana davanti al Comune non aveva solo la finalità di chiedere una consistente riduzione dell'Imu sulle imprese dall'8,10 al 4.6 per mille, ma è servita anche e soprattutto a far venire alla luce una condizione, quella delle attività artigiane, che spesso non emerge agli occhi dell'opinione pubblica. Si parla molto delle grandi aziende in crisi, poco delle piccole imprese strozzate da una congiuntura economica e da un carico fiscale insostenibile.

A fine ottobre il sindaco, Luciano Lapenna, inconterà di nuovo i rappresentanti di Cna per comunicare loro cosa avrà nel frattempo deciso l'amministrazione comunale riguardo alla richiesta di riduzione dell'Imu. "Abbiamo il fondato timore che l'abolizione dell'imposta sulla prima casa debba diventare un ulteriore balzello da far ricadere sulle nostre spalle", è il timore degli artigiani. 

In provincia di Chieti le imprese iscritte alla Cna sono oltre 10mila, 4mila delle quali si trovano nel Vastese. "Sono - spiega Calice - per la maggior parte a conduzione familiare. In media, hanno tre addetti ognuna: impiegano due componenti della famiglia e un dipendente. Tante attività sono arrivate al limite, rischiano la chiusura".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi