Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Personaggi 17/09/2013

Mario, una vita di bontà: lavoro,
volontariato, portafogli ritrovati

Il barbiere più noto di Vasto

Mario FioreMario Fiore è noto a tutti come il barbiere che trova i portafogli smarriti e li restituisce ai legittimi proprietari. Onestà e bontà sono le qualità che hanno segnato la sua vita e continuano a farlo nel solco dell’altruismo e del volontariato. E’ sempre lì, nella sua bottega tra corso Mazzini, viale del Cimitero e via Ciccarone, uno degli incroci più trafficati della città. Lì davanti passano tutti e lui accoglie tutti con un sorriso: i clienti che entrano per un taglio di capelli e i passanti che saluta attraverso la vetrina.

“Quando ho cominciato, avevo 12 anni. Sono 60 anni esatti che faccio questo lavoro”.

A volte lo incontri mentre esce. “Vado in ospedale a fare la barba ai pazienti”, a cui non chiede un centesimo. Il personale del San Pio da Pietrelcina lo proporrà alla Presidenza della Repubblica per un premio della bontà. Dopo che il Quirinale gli ha già conferito negli anni scorsi l’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica italiana.

Il cuore grande, sorretto dalla fede e dalla devozione verso San Gabriele. Ultimamente l’impegno per un amico in difficoltà che rischiava di essere sfrattato entro pochi giorni. E Mario, per evitarlo, ha organizzato una raccolta fondi che è andata a buon fine.

E poi i portafogli smarriti e ritrovati: 14 in tutto. Nel periodo in cui furti, scippi e rapine riempiono la cronaca ogni giorno, sembra una favola, invece è realtà. “La prima volta è successo quando avevo 16 anni. A una signora col passeggino cadde il borsellino per strada. Non si era accorta di nulla. L’ho preso è l’ho restituito”, come ha fatto altre 13 volte. L’ultima a marzo del 2012 a un automobilista “che aveva lasciato inavvertitamente il portafoglio sopra il tettuccio della sua automobile. Aveva messo in moto ed era partito. Il portafoglio era caduto a terra. Dentro c'erano 400 euro. Con l’aiuto delle forze dell’ordine ho rintracciato il proprietario”.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi