La banda e la musica degli amici per l’ultimo saluto ad Alfredo - Casalanguida si è stretta alla famiglia d’angelo
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Casalanguida   Cronaca 10/09/2013

La banda e la musica degli amici
per l’ultimo saluto ad Alfredo

Casalanguida si è stretta alla famiglia d’angelo

Il funerale di Alfredo D'AngeloDue complessi bandistici di Casalanguida, il suo paese. Uno è quello dove il papà era il capobanda. E poi le note suonate dagli amici di sempre, quelli con cui Alfredo D'Angelo ha condiviso tante serate in musica. Era la passione della sua vita, che lo aveva portato a suonare insieme a Raffaele Pisu e poi Vasco Rossi, sul finire degli anni 70. Una delle tante "storie" sulla nascita del brano "Colpa d'Alfredo" racconta che il Blasco abbia usato quel nome proprio ricordando il suo ex batterista. Se è vero non è dato saperlo, quello che conta è la grande passione che Alfredo D'Angelo ha avuto per la musica. 

Alfredo D'AngeloLa sua ultima esibizione, il 23 agosto, era stata accolta dai suoi amici e da tanti ragazzi molto più giovani di lui, con grande affetto. Ieri in tanti si sono stretti alla sua famiglia, in particolare al papà che sabato scorso ha dovuto assistere impotente alla morte del figlio 61enne sulla spiaggia di Casalbordino.

Le note delle due bande, poi quelle suonate dagli amici, per accompagnarlo nell'ultimo viaggio terreno. La memoria di Alfredo resterà viva in tutti coloro che lo hanno applaudito tante e tante volte e che magari si sono avvicinate alla musica proprio grazie a lui.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi