Aggressione col coltello, il 24enne: "Sono innocente" - Violenza
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 05/09/2013

Aggressione col coltello,
il 24enne: "Sono innocente"

Violenza

(foto di repertorio)"Il ragazzo si professa innocente", dice Giovanni Cerella, avvocato di F.O.S., il 24enne italoamericano denunciato dalla polizia perché ritenuto responsabile dell'aggressione a un vastese di 20 anni.

Rapina aggravata: questa l'accusa formulata dagli agenti del vice questore Cesare Ciammaichella, che nella tarda mattinata di ieri sono riusciti a chiudere il cerchio delle indagini iniziate la notte precedente. 

Attorno alle 22, in via del Porto, alla periferia settentrionale di Vasto, il ventenne M.G. era appena uscito di casa, quando è stato affrontato da un giovane, che ha cominciato a tirargli delle coltellate. La vittima si è difesa. Ne è nata una colluttazione in cui il ventenne ha riportato ferite alle dita della mano destra, alla testa e al torace. Nel corpo a corpo, al ragazzo è caduto il portafoglio, raccolto dall'aggressore, che poi si è dileguato.

La vittima è stata medicata all'ospedale San Pio da Pietrelcina dove, a distanza di un ora, è giunto al pronto soccorso anche il 24enne: ha riportato ferite che i medici giudicano compatibili con una colluttazione. Da lì sono partite le indagini della polizia. Gli investigatori hanno raccolto testimonianze e indizi. A incastrare F.O.S. è stata soprattutto la sua camincia sporca di sangue e il fatto che aveva buttato via l'indumento.

Dal canto suo "il ragazzo si professa innocente", dichiara Cerella. "E' un italoamericano che oltreoceano faceva il tassista e qui a Vasto ha lavorato in una pizzeria".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi