Rachele: da "T’aspetto a Vasto" al Toson d’Oro sognando Miss Italia - Intervista alla 18enne vastese rachele argentino
 
Vasto   Personaggi 23/08/2013

Rachele: da "T’aspetto a Vasto" al
Toson d’Oro sognando Miss Italia

Intervista alla 18enne vastese rachele argentino

Foto Costanzo D'Angelo (Occhio Magico)Il suo volto sorriso è stato già apprezzato dagli oltre 12mila che hanno visto il video “T’aspetto a Vasto”, di cui lei è la protagonista. Domenica sera vestirà i panni della principessa Caterina Salviati nella rievocazione storica del Toson d’Oro. Con la conquista del titolo di Miss Miluna Abruzzo ha già conquistato le prefinali nazionali di Miss Italia e sarà in gara a Teramo per contendere alle altre ragazze la fascia di Miss Abruzzo. Rachele Argentino, 18 anni, è una delle ragazze vastesi che sta vivendo l’esperienza di concorsi di bellezza e sfilate, ottenendo tanti consensi.

Perchè si decide di partecipare ad un concorso di bellezza?
Mi hanno spinta in tanti. E’ da quando sono piccola che tutti mi dicono “devi partecipare a Miss Italia”. Io non ci ho mai prestato troppa attenzione, però, a forza di dirmelo, ho iniziato a pensarci anche io. Alla fine mi sono detta “proviamoci”, anche se prendendolo assolutamente come un gioco.

Come ti senti quando devi sfilare e hai tutti gli occhi addosso?
Dipende da come ti osservano. In certe occasioni è davvero fastidioso. Ho lavorato come bagnina fino a qualche giorno fa e ci sono persone che passano e ripassano davanti alla mia postazione guardandomi con insistenza, quello è pesante. Però in tante altre occasioni non nascondo che mi fa piacere, altrimenti non avrei iniziato questo percorso.

Hai detto che la prendi come un gioco. Non vuoi lavorare nel mondo dello spettacolo?
Questo è solo un passatempo e l’occasione per trovarmi dei lavori come sfilate, servizi, fotografici, che mi aiutino a pagare l’università. Solo per quello, non voglio diventare famosa, attrice o altre cose. Da grande voglio fare la dentista.

Come mai questa scelta?
Per decidere cosa fare all’università ce ne ho messo di tempo. Ne ho parlato molto, anche con il mio ragazzo Marco. E quando abbiamo valutato odontoiatria ho pensato forse la cosa giusta. Credo sia un interesse che mi è rimasto dal mio dentista e soprattutto da mio padre, che ha sempre avuto molta attenzione ai miei denti.

Hai preso parte ad un video, fai le sfilate, sarai al Toson d’oro. Iniziano a notarti in molti.
Lo prendo tutto come un’esperienza. Non è qualcosa che mi porterà a cambiare.

Il tuo fidanzato Marco come vive questa tua attività? E’ geloso?
Lui è contento e  geloso nella giusta misura. Mi appoggia in questa cosa. Sono contenta, perché è normale che se non fosse d’accordo avrei la sua influenza. Un’altra persona che mi accompagna sempre è Paola Travaglini, che mi fa da truccatrice, parrucchiera. Ci tiene proprio tanto e viene sempre. Anche i miei non possono perdersi una sfilata.

I concorsi di bellezza vengono spesso additati come situazioni che sminuiscono il ruolo delle donne. Sulla vicenda quest’anno è intervenuta anche Laura Boldrini, presidente della Camera. Tu come la vedi?
Secondo me questi concorsi di bellezza non servono solo per sfruttare l’immagine della donna, non è la donna oggetto. E’ una donna che va e si fa vedere per una delle qualità che ha. E la bellezza è una delle qualità, non solo della donna, ma anche degli uomini. Poi ce ne sono tante altre. Non credo che le polemiche abbiano molto senso.

Foto Costanzo D'Angelo (Occhio Magico)Cambieresti qualcosa nel tuo aspetto?
Sì, ma non ti dico cosa. E comunque resterò così come sono.

Come mai hai scelto di lavorare come bagnina?
Ho fatto nuoto per tanti anni. Era comunque qualcosa che potevo fare come lavoro, quindi, piuttosto che fare la barista, visto che mi piace il mare, ho scelto questo lavoro.

Ti sei ritrovata con qualche bagnante che ha fatto finta di trovarsi in difficoltà per farsi venire a salvare?
Capita che ci siano persone che scherzano, fanno battute varie, ma per fortuna niente di particolare. Riconoscono il ruolo importante del bagnino.

Com’è trovarsi davanti alla macchina fotografica, alla telecamera?
Divertente. Non l’avevo mai fatto prima del video o del servizio fotografico e mi sono davvero divertita. Poi è chiaro che dipende anche dalle persone con cui ti trovi, da come ti fanno sentire.

Il complimento che ti ha fatto più piacere?
I complimenti fanno sempre piacere, soprattutto da persone da cui non te li aspetti. Devo dire che quando il mio ragazzo mi ha fatto per la prima volta dei complimenti mi ha fatto molto piacere.

C’è invidia tra le ragazze nei concorsi?
Dipende. Io per fortuna ho trovato delle ragazze che, come me, la stanno prendendo come un gioco e quindi l’unica cosa che facciamo è ridere e scherzare. Ci sono però ragazze che sentono la competizione in maniera esagerata. Credo che la competizione in questi concorsi non ci dovrebbe essere. La bellezza, che tra l’altro è soggettiva, non è una cosa che puoi migliorare, è una tua caratteristica.

Il tuo “punto di forza”?
Il sorriso. Prima quando avevo l’apparecchio non sorridevo mai, anche nelle foto ero con la bocca chiusa. Ora invece mi viene spontaneo essere sempre sorridente.

Che effetto fa rivederti in foto, in video?
E’ strano perché a volte non mi sembro nemmeno io.

Il tuo rapporto con lo specchio?
Siamo amici, o meglio conoscenti. Certe volte mi trovo bene, altre meno. Dipende molto dal mio umore, sono molto autocritica, se c’è qualcosa che non va mi trovo in crisi.

Se dovessi scegliere tra superare il test di odontoiatria e vincere Miss Italia?
Entrare a odontoiatria, altrimenti non avrei lasciato anche il lavoro per dedicarmi allo studio. Ci tengo proprio tanto. E’ il mio futuro su cui investire, piuttosto che Miss Italia, che al massimo può durare un anno e poi finisce tutto. Se studio e mi creo un percorso professionale potrò avere futuro.

Nella Galleria Fotografica Rachele Argentino nelle immagini di Costanzo D'Angelo (Occhio Magico)

Guarda il video Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi