Muore schiacciato da un’auto, la vittima un 22enne polacco - Triste epilogo per la notte rosa
 
Vasto   Cronaca 09/08/2013

Muore schiacciato da un’auto,
la vittima un 22enne polacco

Triste epilogo per la notte rosa

La scena dell'incidenteE' un ragazzo polacco di 22 anni la vittima della tragedia accaduta stamani a Vasto Marina: Patrick Socpzak, residente a Rocca San Giovanni, aveva trascorso la Notte Rosa a Vasto Marina. La madre del giovane, che viveva con lui, si è recata nel pomeriggio all'obitorio dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto per il riconoscimento della salma.

Domattina l'autopsia disposta dalla Procura della Repubblica.

E' stato investito da un'auto nel parcheggio dell'ex stazione ferroviaria. Carnagione scura, che farebbe ipotizzare per una sua origine straniera. Indossava un paio di jeans ed una maglia, nelle tasche solo un cellulare che sembra essere bloccato. Il maggiore Giancarlo Vitiello sta guidando le indagini per accertare l'identità del defunto. Di pari passo proseguono le attivitità per ricostruire l'esatta dinamica dell'episodio. Sarà l'autopsia disposta dal magistrato Giancarlo Ciani ad accertare le cause della morte dell'uomo.

La prima notizia. Ha un triste epilogo la Notte Rosa 2013. Quando stava sorgendo il sole e le persone si dividevano tra chi si fermava ad ammirare l'alba e chi andava a dormire, una chiamata di soccorso è arrivata al centralino del 118. Nell'area nord del parcheggio realizzato all'interno dell'ex stazione ferroviaria un uomo è morto schiacciato da un'auto. Un epidosio drammatico quello che si è consumato alle prime luci del giorno. Da una prima ricostruzione dei fatti, G.S., proprietario di una Fiat Croma, aveva parcheggiato la sua auto in quell'area ieri sera per poi tornare a casa, lungo la riviera. Questa mattina di buon'ora si è recato a prendere la sua auto per parcheggiarla davanti casa. Ha raggiunto il parcheggio dalle scalette nei pressi del monumento alla bagnante ed è salito in auto. Dopo aver messo in moto si è accorto che l'auto avanzava a fatica, come se non avesse tolto il freno a mano. Ha così accelerato ed ha avuto la sensazione di aver urtato qualcosa. 

A quel punto è sceso e si è trovato davanti agli occhi la tragica scena. Un uomo infilato sotto l'autovettura. Ha immediatamente allertato i soccorsi ma per la vittima non c'è stato niente da fare, nonostante il tempestivo intervento del 118 e di numerose squadre d'emergenza, tra quelle presenti ancora alla marina e quelle che stavano montando in servizio. I Vigili del fuoco hanno estratto il corpo senza vita dell'uomo. Sul posto i carabinieri, il dirigente del commissariato Ciammaichella e i volontari della Protezione Civile.

L'uomo alla guida della Croma era molto scosso per quanto accaduto, così come la moglie che lo ha raggiunto sul posto. Saranno gli accertamenti dei carabinieri a ricostruire l'esatta dinamica della tragica vicenda. La vittima, probabilmente uno straniero, non aveva con sè i documenti ma solo un telefono cellulare. In questi minuti gli inquirenti stanno cercando di risalire alla sua identità. Il magistrato Giancarlo Ciani, che si è recato sul posto insieme al maggiore Giancarlo Vitiello, che si occupa delle indagini, ha disposto l'autopsia sulla salma, che è stata trasportata presso l'obitorio del San Pio da Pietrelcina di Vasto. 

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi