Apre il nuovo Ecocentro comunale: "Questa è una scommessa vinta" - A meno di un anno dal sequestro della vecchia isola ecologica
CHIUDI [X]
 
San Salvo   Ambiente 03/08/2013

Apre il nuovo Ecocentro comunale:
"Questa è una scommessa vinta"

A meno di un anno dal sequestro della vecchia isola ecologica

Il taglio del nastroPoco più di un anno fa la doccia fredda dei sigilli all'isola ecologica vicino allo stadio. Oggi tanti sorrisi per Tiziana Magnacca e la sua amministrazione in occasione del taglio del nastro del nuovo Ecocentro comunale. Il nuovo punto di raccolta dei rifiuti è stato realizzato in viale Germania, nell'area industriale, su progetto dell'ingegner Gilda Buda ed eseguito dalla ditta Marinelli.


Dopo il taglio del nastro Paolo Leonzio, presidente regionale della Fee Abruzzo, ha consegnato un encomio da parte dell'associazione che assegna la Bandiera Blu al sindaco Magnacca. 

A partire da giovedì prossimo i cittadini sansalvesi potranno recarsi qui tutti i giorni per conferire i rifiuti che non finiscono nella raccolta differenziata gestita in città dalla Sapi, rappresentata da Gianni Petroro. "E' una gioia tagliare il nastro per un'opera pubblica che viene realizzata - ha commentato il sidnaco-. La nostra amministrazione ha dimostrato che vuole lavorare nel segno del fare e del fare bene. Questo ecocentro è una scommessa vinta dal centrodestra". 

Il terreno utilizzato è di proprietà del consorzio industriale a cui l'amministrazione pagherà un canone annuale per i prossimi 30 anni. "L'assessore Chiacchia è riuscito a strappare un prezzo vantaggioso - commenta il primo cittadino -, meno di 2 euro al giorno. Inoltre il contratto è rinnovabile nel tempo e sono previsti già spazi adiacenti da poter utilizzare per allargare il centro di raccolta. Ora non abbiamo più scuse, dobbiamo crescere in civiltà, modernità e cultura dell'ambiente".

Il vicesindaco e assessore all'ambiente Angiolino Chiacchia lancia una campagna fondata su 3 R. "La vedo così: R come rifiuti, che devono arrivare ad essere il meno possibile, poi c'è il riuso, con il progetto di una struttura adiacente a questa, e infine il riciclo, che deve diventare un'abitudine per tutti i cittadini".

L'ingresso dell'EcocentroIl presidente della IV commissione regionale Nicola Argirò fa il punto sui fondi stanziati a favore del comune di San Salvo, "ma non perchè c'è un sindaco donna o perchè la parte politica è la stessa. La Regione concede i fondi alle amministrazioni virtuose". In arrivo ci sono i 2 milioni e 150mila euro per la bonifica di Bosco Motticce e una somma tra 150 e 200mila euro per questo Ecocentro. "Inoltre ci sono stati fondi per il wi-fi sulla costa e ci saranno quelli per l'allungamento della pista ciclabile".

E' il presidente del consiglio Eugenio Spadano a ricordare come "quello di San Salvo è un'ecocentro che rispetta tutte le norme vigenti in materia. Non credo che da tutte le parti sia così. Oggi l'ambiente ci lancia dei segnali di sofferenza che non possiamo ignorare. Nel passato non c'è stato il giusto rispetto ed è giunta l'ora di impegnarci tutti".

L'Ecocentro. Sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 8 alle 12. Sarà possibile conferire rifiuti come olii usati, toner e cartucce, elettrodomestici, ingombrani, indumenti, sfalci e potature, inerti da piccole ristrutturazioni domestiche, copertoni. Per conferire all'Ecocentro è necessario essere muniti di documento di riconoscimento. Per le informazioni c'è il numero verde 800-912779.

 

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi