CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   L'angolo dei lettori 10/07/2013

"Dove buttiamo le deiezioni canine
se in città mancano i cestini?"

La segnalazione di una cittadina vastese

Cestino a Roma"Trovo giusto che tutti i padroni di cani raccolgano i bisogni dei propri animali. Ma se in città mancano i cestini dove dobbiamo buttare i sacchetti con le deiezioni?" E' la signora Antonietta, lettrice di ZonaLocale.it ad evidenziare un problema comune agli amanti degli animali. Spesso si alza la voce dei cittadini costretti a fare lo slalom tra i "ricordini" lasciati dai cani (o meglio dai padroni indisciplinati) sui marciapiedi. 

"Chi vuole comportarsi secondo la legge oltre che per un buon senso di educazione civica trova molta difficoltà. Prima c'erano almeno i cassonetti dei rifiuti in cui poter gettare le buste con gli escrementi. Ora, con i bidoni condominiali, risulta davvero difficile potersi comportare da buoni cittadini".

In molte parti della città di cestini per strada ce ne sono davvero pochi. Il Comune, come nel caso della villetta di via Ciccarone, ha provato ad installare distributore di sacchetti e cestino ma, come troppo spesso accade, i "soliti" vandali hanno distrutto ben presto l'oggetto. 

"L'altro giorno - spiega la signora Antonietta- ho dovuto girare non poco, con il sacchetto in mano, per trovare un cestino in piazza Baden Powell (il parco nei pressi della Scuola Media Rossetti). Però magari qualcuno può spazientirsi prima. Credo che qualche cestino in più in giro per la città non sarebbe male, aiuterebbe i cittadini di buon senso a mantenere puliti i marciapiedi". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi