Non solo sdraio e ombrelloni, sequestrati anche i giochi - Estate 2013 - controlli in spiaggia
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 06/07/2013

Non solo sdraio e ombrelloni,
sequestrati anche i giochi

Estate 2013 - controlli in spiaggia

La spiaggia di Vasto MarinaNon solo sdraio e ombrelloni, ma anche palette e secchielli usati dai bambini. Il sequestro dei giorni scorsi sulla spiaggia libera di Vasto Marina scatena le polemiche tra i bagnanti, ma dalla Guardia Costiera il comandante dice: "I giocattoli erano addirittura incatenati ai pali con tanto di lucchetti".

Ha lasciato il segno, a Vasto, il blitz del Circomare che, nottetempo, ha mandato i militari di Punta Penna a rimuovere tutto ciò che i bagnanti avevano lasciato sull’arenile: non si può, c’è una legge che vieta l’abusivo utilizzo di spazi demaniali. Che poi si tratti di sedie e ombrelloni, sgabelli e pistole ad acqua, non fa alcuna differenza. Tutto il materiale è ora stipato negli uffici del Circomare a Punta Penna: ma i proprietari potranno ritirare le loro cose solo dopo il verbale e una sanzione da 200 euro. "E’scandaloso – tuona Alessandro Dragani – che abbiano portato via, con le suppellettili, anche i giochi dei bambini. Cosa c’entrano palette e secchielli con la legge sul demanio? Mi sembra un’esagerazione, anche perché – aggiunge il cittadino – non vedo altrettanta energia nel far sgomberare dalle spiagge gli abusivi che vendono di tutto: chissà – chiosa al veleno – dalle parti del pontile è zona franca e la legge sul demanio non si applica".

Non ci sta il comandante dell’Ufficio circondariale marittimo, che replica così: "Si fa presto a fare del vittimismo – dice Giuliano D’Urso - sulla sabbia dell’area sic, quella protetta, i trasgressori avevano piantato gli ombrelloni così bene che, per rimuoverli, ci son voluti in molti casi i mezzi meccanici. E i giocattoli erano chiusi a chiave col lucchetto, in sacche ancorate agli ombrelloni stessi; ecco perché, nelle operazioni, sono stati presi anche quelli. Piuttosto – aggiunge – abbiamo addirittura ricevuto segnalazioni di anziani invitati, di giorno, a farsi più in là, senza disturbare. Altro che spiaggia libera". A proposito dei vu cumprà il comandante spiega: "I controlli e i sequestri li facciamo, ma in questo caso ci sono anche altre forze dell’ordine con cui pianifichiamo interventi a sorpresa".

Sdraio e giochini, per la cronaca, se non rivendicati, saranno valutati dall’Agenzia delle Entrate e confiscati. Ma forte è il rischio della fine in discarica, con aggravio dei costi di smaltimento per il Comune.  

Gianni Quagliarella - Il Messaggero

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi