CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 27/06/2013

"Scattati una foto per sostenere
il Parco della Costa Teatina"

L’iniziativa degli ambientalisti

Vasto, 12 giugno 2013. Cammina per il ParcoScattati una foto per sostenere la realizzazione del Parco della Costa teatina. In questo consiste l'iniziativa Per il Parco ci metto la faccia, lanciata su internet dagli ambientalisti aderenti alla Costituente per il Parco della Costa teatina.

"L'iniziativa Cammina per il Parco, organizzata dalla Costituente da un'idea del WWF Zona Frentana e Costa Teatina, ha riscosso simpatie e curiosità; sono stati in tanti, infatti, a seguire, virtualmente su Facebook o direttamente sull'ex-tracciato ferroviario, i due camminatori Andrea Natale e Marco Terrei, partiti il 12 giugno da San Salvo e giunti il 16 a Francavilla", commenta Lino Salvatorelli, coordinatore della Costituente.

"Pertanto, in vista della prossima scadenza del 30 giugno, data ultima per la presentazione del tanto atteso perimetro del Parco della Costa Teatina, la Costituente ha voluto coinvolgere in prima persona i tanti sostenitori, con la campagna Per il Parco ci metto la faccia. La campagna consiste nello scattarsi una foto con in mano la scritta 30 -06- 2013, per il Parco e postarla sulla pagina Cammina per il Parco di Facebook. Si può usare tutta la propria fantasia per promuovere il Parco, come hanno già fatto in tanti nei modi più originali e simpatici, coinvolgendo amici, figli, cani... persino l'orso marsicano!

I volti di comuni cittadini, impazienti nel volere un futuro ricco di natura, opportunità, salute e benessere, diranno più di mille parole. E ci auguriamo che questi messaggi vengano ascoltati e rispettati da chi in questi giorni sta valutando la possibilità di un'ulteriore, ennesima proroga, un'opzione non più sostenibile sia dall'ambiente, minacciato da terra e mare, sia dall'economia di un territorio che stenta a decollare. Si proceda finalmente con il commissariamento, con un vincolo temporale subordinato alla definizione del perimetro del Parco. Il tempo per la concertazione e per i compromessi è ormai terminato, un periodo durato ben 12 lunghi anni, in cui tanto si sarebbe potuto fare e non si è fatto. Adesso è tempo di agire, e noi lo facciamo mettendoci la faccia".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi