"Realizziamo la fibra ottica dei cittadini, oggi è possibile" - La proposta di un cittadino
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   L'angolo dei lettori 13/06/2013

"Realizziamo la fibra ottica
dei cittadini, oggi è possibile"

La proposta di un cittadino

E' un'iniziativa economica di business con ampi risvolti di vera democrazia. Tutto il materiale sul tema è qui:

www.ybnd.eu/docs/Mat_fibra.pdf


Potremmo avere l'attesa larga banda su tutto il territorio nazionale, senza più digital divide, come fibra ottica di accesso per tutti, in proprietà ai cittadini (invece che degli operatori), nella forma di pertinenza delle loro unità immobiliari (case, uffici e aziende), senza oneri per lo stato e senza costi sorgenti per i cittadini.

In pratica, gratis.

Possono realizzare l'iniziativa i cittadini stessi, tramite associazioni che già li organizzano e/o nuovi consorzi, chiedendo il contributo informativo e organizzativo della pubblica amministrazione locale.

Troppo inutile balletto è in corso da troppi anni sul tema, tutto teso a distogliere risorse pubbliche a vantaggio di privati. Questa soluzione risolverebbe il problema ed eviterebbe l'inutile scempio di denaro pubblico.

Una volta ripreso il "potere di comunicare", schiantando uno dei tanti monopoli di cui soffre l'economia, i cittadini potranno costituire tutte le società cooperative che desiderano, per contrastare altri monopoli e cartelli. Fatta - dai cittadini, con soldi che ora buttano - una rete di accesso di loro proprietà, collaborando tutti alla realizzazione, poi possono farsi un giornale, una TV, una banca, o addirittura una moneta con immediata circolazione sull'intero territorio nazionale.

La fibra dei cittadini è l'abilitatore tecnico e democratico per eccellenza, ovvero la condizione necessaria per poter concretamente poi fare qualcosa...

Per la petizione online clicca qui

 

Alfredo Bregni

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Chiudi
      Chiudi