Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Musica 30/05/2013

Successo per gli Arnolfini
ai "Concerti di Primavera"

Il duo è composto da marco bassi e domenico mancini

ArnolfiniArnolfiniLa rassegna “I Concerti di Primavera” curata dal direttore artistico del Teatro Rossetti, Raffaele Bellafronte, nasce con “l'intento di promuovere i giovani talenti del territorio” attraverso otto appuntamenti distribuiti da aprile a giugno. Protagonisti della sesta serata di questa rassegna concertistica, sono stati il pianoforte di Marco Bassi e il violino di Domenico Mancini, in arte “Arnolfini”. Una sinergia molto speciale ha permesso ai due musicisti sia di deliziare gli animi del pubblico del Rossetti con la loro musica: una vincente fusione di gipsy jazz, “Tzigane” (un genere di Etno Music balcanica) e contaminazioni argentine, bolero, tango e rivisitazioni di brani famosi sono solo alcune delle parole chiave per descrivere il loro stile; ma anche di divertirli scambiandosi una serie di battute spontanee nei brevi intermezzi tra un brano e l'altro, generando un atmosfera calorosa ed accogliente.  

“Più che un duo musicale, un connubio umano”. Così, alla fine della splendida esibizione, gli Arnolfini (nome tratto dal celebre quadro fiammingo “Ritratto dei coniugi Arnolfini” di Jan van Eyck) hanno brevemente descritto la loro collaborazione lunga più di sei anni. Se i risultati sono questi ben vengano iniziative finalizzate alla promozione dei giovani talenti e all'incoraggiamento dei giovani e della cittadinanza tutta verso la cultura in ogni suo aspetto. 


Fabiola Lavecchia

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi