Più acqua potabile e nuove fogne, per Vasto cinque milioni di euro - Tre progetti della Sasi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 30/05/2013

Più acqua potabile e nuove fogne,
per Vasto cinque milioni di euro

Tre progetti della Sasi

Giuseppe Di VitoQuasi cinque milioni di euro per dare più acqua potabile e per risanare le fogne di Vasto. Sono i soldi che serviranno ad attuare tre progetti della Sasi, la società che gestisce il servizio idrico integrato (reti idriche, fognarie e depurazione) in 92 comuni su 104 complessivi della provincia di Chieti.

Acqua potabile - Se è vero che quella del 2013 è una primavera fredda, con temperature ben al di sotto delle medie stagionali e frequenti scrosci di pioggia, il rischio siccità non è scongiurato. E, in ogni caso, indipendentemente da come andrà quest'anno, bisogna intervenire per il futuro.

"Il consiglio d'amministrazione ha approvato la mia proposta: immettere più acqua nelle condotte esistenti", spiega a ZonaLocale.it Giuseppe Di Vito, consigliere che si occupa dei problemi del Vastese. "Le attuali pompe con cui l'acqua viene immessa e fatta viaggiare nei tubi non ce la fanno. Bisogna sostituirle per aumentare la portata del flusso idrico, che attualmente si attesta a tra i 220 e i 240 litri al secondo. A lavori ultimati, potremo erogare altri 30 litri al secondo".

Fogne Vasto Marina - "Venti giorni fa - racconta Di Vito - abbiamo presentato un progetto alla Regione Abruzzo. Vogliamo realizzare una tubazione che parta dalla nuova vasca di raccolta costruita lo scorso anno nei pressi di Fosso Marino e arrivi fino al depuratore di San Salvo, allacciandosi alla condotta di contrada Buonanotte. Siamo in attesa dei necessari finanziamenti".

Fogne Vasto - Il Comune di Vasto ha chiesto alla Sasi di rimettere a nuovo le reti fognarie della zona Nord, la più popolosa della città (nei quartieri settentrionali vivono almeno 15mila persone) "compresa - spiega Di Vito - l'area di via San Rocco", dove negli ultimi anni è sorta una new town con centinaia di residenti. I liquami verranno incanalati verso il depuratore di Punta Penna.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi