Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 17/05/2013

Rifiuti e detriti sotto la sabbia
a Vasto Marina, aperta inchiesta

Indagini della guardia costiera e lettera del sindaco

Vasto Marina. Rifiuti in mareSi apre un'inchiesta sulla vicenda riguardante rifiuti e detriti coperti da uno strato di sabbia sul tratto settrentrionale della spiaggia di Vasto Marina. Dopo la denuncia di un cittadino, pubblicata da ZonaLocale, sono scattate le verifiche. I militari della Guardia costiera hanno eseguito un sopralluogo sullo spicchio d'arenile prospicente il Monumento alla Bagnante.

Il sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, ha scritto al comandante dell'Ufficio circondariale marittimo, Giuliano D'Urso, una lettera in cui esprime la preoccupazione dell'amministrazione comunale, "che spende preziose risorse del Comune per avere una spiaggia pronta ad accogliere turisti e villeggianti. La prego pertanto di voler predisporre immediato accertamento da comunicarmi affinché io possa intervenire e, se necessario, presentare denuncia nei confronti di eventuali responsabili".

La testimonianza di martedì - Residui delle mareggiate invernali, resti dei lavori di realizzazione della nuova condotta di scolo delle acque bianche, rifiuti di ogni genre, anche copertoni delle auto. Tutto seminascosto da uno strato di sabbia. Scoppia la protesta a Vasto Marina.

"Sulla spiaggia hanno messo altra sabbia per coprire pietre, detriti e immondizia. Hanno nascosto tutto sotto uno strato steso con le ruspe. L'ho visto io", racconta A.D., residente di Vasto Marina che protesta: "Forse ripulire l'arenile era troppo faticoso, meglio far finta di non aver visto i rifiuti. E' come nascondere la polvere sotto al tappeto di casa".

La zona in questione è la parte più a nord del golfo di Vasto, vicino al Monumento alla Bagnante. Un tratto di spiaggia libera che, col passare degli anni, è divenuto ciottoloso e, nei mesi scorsi, sempre più sporco a causa delle mareggiate, ma anche dei detriti prodotti dagli interventi di canalizzazione delle acque bianche. La sabbia era quasi sparita, anche a causa dell'erosione. "Ora ce l'hanno rimessa, ma sotto c'è di tutto. E in acqua si vedono pezzi di tombini e rifiuti dell'edilizia. Da due anni Vasto Marina non riesce a ottenere la Bandiera blu. Di questo passo non la riavrà mai".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi