Pissidi rubate dal tabernacolo di Sant’Antonio e poi abbandonate - L’episodio durante la notte
 
Vasto   Cronaca 28/04/2013

Pissidi rubate dal tabernacolo
di Sant’Antonio e poi abbandonate

L’episodio durante la notte

Sant'AntonioI ladri tornano a colpire nuovamente la Chiesa di Sant'Antonio di Padova a Vasto. Il parroco don Stellerino D'Anniballe questa mattina lo ha comunicato ai fedeli al termine della Santa Messa. "Questa notte dei malviventi si sono introdotti in chiesa e hanno aperto il tabernacolo, portando via le pissidi con le ostie". Pissidi che erano state ritrovate a qualche metro dall'ingresso posteriore della chiesa, poggiate su un muretto. 

Ad accorgersi dell'accaduto è stata la donna arrivata in chiesa alle 6 per pulire la chiesa. Vedendo il tabernacolo aperto e vuoto aveva dato l'allarme. A ritrovare le pissidi, i contenitori con le ostie consacrate, era stato un operatore ecologico che questa mattina stava pulendo le aree attorno la chiesa. I ladri non hanno portato via niente. "Ma hanno preso l'ostia grande - commenta don Stellerino-. E non so se mancano le ostie piccole, perchè non ho un conto preciso di quante potevano essercene dentro". Tante persone, al termine della messa, sono passate a salutare don Stellerino, esprimendo solidarietà per questo nuovo attacco alla parrocchia. Solo qualche mese fa erano sparite telecamere e attrezzature della televisione,

Il sacerdote ha chiesto ai fedeli una preghiera di riparazione per questo vile gesto. Sul posto questa mattina sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Vasto, che hanno raccolto testimonianze delle persone intervenute sul posto. Sulle porte della Chiesa non sono stati trovati segni di effrazione. I malviventi potrebbero essere entrati dalla porticina posteriore, che accede direttamente all'altare.

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi