Non c’è pace per la Loggia: i muretti di nuovo imbrattati - Meno di un anno fa la risistemazione della balconata panoramica
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 24/04/2013

Non c’è pace per la Loggia:
i muretti di nuovo imbrattati

Meno di un anno fa la risistemazione della balconata panoramica

Il muretto nuovamente imbrattatoNon sono trascorsi neanche 12 mesi da quando l'amministrazione comunale, su impulso del vicepresidente del Consiglio Luigi Marcello, realizzò delle opere di manutenzione straordinaria sulla Loggia Amblingh. Le colonnine e i muretti erano stati ripitturati, cancellando le scritte e i disegni che nel corso degli anni si erano accumulati. E, per completare l'opera di resituzione di decoro ad uno dei punti più belli della città, erano state posizionate delle fioriere. Tre di queste, a più riprese, sono state divelte e gettate giù dalla ringhiera.

E ora anche colonnine e muretti hanno ripreso ad essere utilizzati come fogli su cui scrivere ciò che passa per la mente. Dalle dediche d'amore a slogan di vario genere, passando per le "celebrazioni" di una giornata in cui si è marinata la scuola.

E così, il bianco candido che si presentava agli occhi di chi passeggia lungo la Loggia, è tornato in alcuni punti a presentarsi come un multicolor. Gli atti vandalici di cui è oggetto la città, specie nella sua parte antica, sono una piaga che costa energie e risorse economiche e finisce per rappresentare un cattivo biglietto da visita per chi si trova a passeggiare da queste parti. Una soluzione non si riesce a trovare. Potrebbe aiutare la videosorveglianza, chissà. Intanto basterebbe che tutti i cittadini fossero uniti nella vigilanza (anche perchè molte scritte vengono fatte di giorno), in modo da segnalare gli autori di tali azioni.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi