"Voragini e degrado sulla riviera, presento un esposto alla Procura" - Vie legali
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 22/04/2013

"Voragini e degrado sulla riviera,
presento un esposto alla Procura"

Vie legali

Nuova voragine sul lungomare Cordella"Bisogna darsi una svegliata. Basta con lo scaricabarile, che serve solo ad allungare i tempi. Siamo a primavera e Vasto Marina non è pronta per accogliere i turisti: da una parte il lungomare che frana, dall'altra camion e ruspe in spiaggia e sul lungomare per scavare la nuova tubatura di raccolta delle acque bianche che, in base alla scadenza indicata sul cartello di inizio lavori, doveva essere pronta per maggio del 2012. E' trascorso un anno e il cantiere è ancora aperto nel centro di Vasto Marina". Ad annunciare il ricorso alle vie legali è Riccardo Alinovi, referente locale dell'associazione Codici-centro per i diritti del cittadino. "Sulla riviera sono evidenti abbandono e degrado. Cosa fanno gli assessori ai Servizi e all'Ambiente, Vincenzo Sputore e Anna Suriani? Dove sono i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, che invece pensano a tutt'altro? Gli albergatori che fanno, invece di contribuire al decoro del litorale? E il Wwf pensa solo al fratino? Il turismo è la nostra unica risorsa per sperare di uscire dalla crisi. Una risorsa che stiamo sprecando. Ho scattato queste foto che raffigurano la nuova voragine che si sta aprendo sul tratto nord di lungomare Cordella. Ho preparato un dossier, che presenterò alla Procura e ai vigili del fuoco".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi