Schiacciato dal trattore, un uomo muore nei campi - A nulla sono valsi i soccorsi
 

Schiacciato dal trattore,
un uomo muore nei campi

A nulla sono valsi i soccorsi

Ore 21 - Arnaldo Lamano era uscito di casa per andare a lavorare nella vicina campagna. A lanciare l'allarme sono stati i vicini, che hanno sentito il rumore provocato dal ribaltamento del pesantissimo mezzo cingolato. Pare che l'incidete sia stato provocato dall'irregolarità del terreno, dal quale i cingoli avrebbero perso aderenza al momento in cui il 73enne ha eseguito una manovra per evitare un albero. I sanitari del 118 di Castiglione Messer Marino hanno subito capito che la situazione era drammatica. Hanno fatto un ultimo, disperato tentativo chiedendo l'intervento dell'eliambulanza. Ma, all'arrivo dell'elicottero, Lamano aveva già perso la vita. Lascia la moglie e due figli. 

Trasferitosi a Roma per motivi di lavoro, l'uomo, ormai in pensione, era tornato a Schiavi, dove si dedicava all'agricoltura.

Per spostare il trattore che lo ha schiacciato, i vigili del fuoco hanno dovuto usare un altro mezzo agricolo. 

Undici mesi fa a Schiavi d'Abruzzo perdeva la vita un pensionato di 77 anni, Remo Cese, anche lui travolto dal suo veicolo agricolo mentre stava arando il terreno in contrada Valli insieme a un amico.

Ore 20 - La notizia della morte di Arnaldo Lamano ha scosso la comunità di Schiavi d'Abruzzo. Ancora una volta nel territorio si deve registrare un tragico incidente nei campi. Sono stati i Vigili del fuoco del distaccamento di Vasto e Agnone a tirare fuori da sotto il cingolato il corpo senza vita dell'uomo. Il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, Giancarlo Ciani, ha dato il via libera alla restituzione della salma alla famiglia dell'uomo. In paese lo conoscevano tutti.

Ore 19,30 - E' morto Arnaldo Lamano, l'agricoltore rimasto schiacciato oggi pomeriggio dal suo trattore a cingoli in contrada Valloni, nelle campagne di Schiavi d'Abruzzo. Aveva 73 anni. L'eliambulanza è ripartita pochi minuti fa da Schiavi d'Abruzzo, dove l'atterraggio del mezzo di soccorso si è reso necessario per prestare aiuto all'agricoltore vittima di un grave incidente agricolo. Ma non c'è stato nulla da fare. Sul posto i carabinieri per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Ore 19 - "E' un codice rosso", dicono i centralinisti del 118. Massimo livello di pericolo. E' un grave incidente agricolo, quello avvenuto nel tardo pomeriggio di oggi a Schiavi d'Abruzzo, nell'Alto Vastese, in contrada Valloni. Sul posto vigili del fuoco e medici del 118. Da Pescara è giunta anche un'eliambulanza. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi