La difesa: "Non siamo d’accordo, presenteremo una controperizia" - Il delitto di via Anghella
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 02/04/2013

La difesa: "Non siamo d’accordo,
presenteremo una controperizia"

Il delitto di via Anghella

Raffele GiacomucciLa difesa studia le contromosse. La perizia psichiatrica del dottor Ferruccio Canfora, il consulente nominato dal gip, ha dato un responso chiaro: Marco del Vecchio è capace d'intendere e di volere. Quindi è imputabile. Potrà essere sottoposto a un eventuale processo a suo carico.

Oggi hanno fatto segnare un punto a favore dell'accusa le indagini sul delitto di via Anghella, dove nella notte tra il 17 e il 18 novembre scorsi i carabinieri hanno rinvenuto in un'abitazione i cadaveri di Emidio Del Vecchio, 78 anni, e Adele Tumini, 75, uccisi nella loro casa con 111 coltellate. 

Indiziato dell'omicidio è Marco, il loro figlio 37enne.

La difesa, dopo aver chiesto la scarcerazione, sta per fare un'altra mossa: “L’esperto – dice l’avvocato Raffaele Giacomucci – riconosce che il mio assistito faceva uso di stupefacenti, ma afferma che questo non determina incapacità. Io non sono d’accordo. Il nostro perito, il criminologo Francesco Bruno, preparerà una controperizia”.

Il 23 aprile prossimo accusa e difesa si confronteranno col dottor Canfora davanti al giudice per le indagini preliminari, Caterina Salusti.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi