Le Chiese della città piene per la visita ai "Sepolcri" - Tradizione e fede si rinnovano nella sera del giovedì santo
 
Vasto   Cultura 29/03/2013

Le Chiese della città piene
per la visita ai "Sepolcri"

Tradizione e fede si rinnovano nella sera del giovedì santo

Sepolcro a Genova RulliLa tradizione vuole che se ne visitino sette, o comunque in numero dispari. Il Giovedì Santo, dopo la celebrazione della Messa in Coena Domini, in cui ri ricorda l'istituzione dell'Eucarestia e si ripete il gesto della lavanda dei piedi, in ogni chiesa viene allestito l'Altare della Riposizione, nella tradizione vastese "Il Sepolcro". Un luogo dal forte valore simbolico, dove vengono conservate le ostie consacrate. 

Sono state migliaia le persone che hanno girato tutte, o quasi, le chiese della città, per pregare e ammirare queste composizioni artistiche. I simboli tradizionali dell'Eucarestia, il pane, il vino, il grano, sono presenti un po' ovunque. Tanti anche i richiami all'Anno della Fede, istituito da Papa Bendetto XVI per il 2013. Poi, ogni comunità, ha aggiunto qualcosa di particolare. Ad esempio a San Lorenzo ci sono tante piantine colorate portate dai bambini del catechismo e dell'Azione Cattolica.

A San Marco e San Pietro in Sant'Antonio il messaggio di Fede è espresso da una barca. Fiori colorati e profumati sono al centro degli altari di Santa Maria e San Francesco. In tante parrocchie la serata è stata accompagnata dalla preghiera, guidata da sacerdoti e laici, così che le persone di passaggio potessero raccogliersi nella meditazione.

Suggestivo come sempre il Sepolcro della Chiesa di Santa Filomena (Genova Rulli), la chiesa curata fino all'ultimo da don Michele Ronzitti. E la presenza del sacerdote scomparso lo scorso novembre si è sentita grazie ad una cassetta con preghiere e meditazioni registrate da lui.

Le chiese sono rimaste aperte fino a tarda ora, per permettere la visita e la preghiera dei fedeli. La giornata di oggi sarà caratterizzata dal silenzio. Non suoneranno le campane e non si celebreranno messe. Nel pomeriggio la celebrazione dell'adorazione della Croce e alle 19 la solenne processione cittadina con la statua del Cristo morto, ieri esposta nella chiesa della Madonna delle Grazie, con partenza dalla chiesa di Sant'Antonio di Padova e arrivo davanti alla concattedrale di San Giuseppe.

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi