Progetto per Vasto scrive a Lapenna: "Città stanca di te" - La lettera
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 26/03/2013

Progetto per Vasto scrive
a Lapenna: "Città stanca di te"

La lettera

Da sinistra Bischia e Desiati (PpV)Progetto per Vasto invia a ZonaLocale.it una lettera aperta in cui chiede le dimissioni del sindaco, Luciano Lapenna.

Egregio Signor Sindaco, stanca è un’intera città, non soltanto Lei! Oramai, all’immobilismo pur consolidato dall’inefficacia dell’azione amministrativa della Sua maggioranza si aggiungono le continue prese di distanza dei Consiglieri che la sostengono. Non sono bastati i più “conclavi” per rilanciarne l’attività né gli impegni, sempre traditi, nei confronti della popolazione oramai in inutile attesa di un qualche cambiamento di rotta.

Questa nostra città, dalle grandi potenzialità e dalle mille disillusioni, ingrigita e ripiegata su sé stessa, assiste al suo lento declino. Nel Suo ruolo, ce l’avrà pure messa tutta per invertire la tendenza ma non è certo affidando alla casualità di maggioranze rabberciate in Consiglio che sarà possibile segnare l’inizio di un riscatto. Crede veramente di poter costruire una rinnovata e programmata azione amministrativa con l’ausilio di chi, da tempo, altro non aspetta che il collasso della maggioranza per stabilire il prezzo del proprio aiuto?

Difficili i tempi dell’amministrare e ben comprensibili i momenti di giustificata stanchezza. Ma per Vasto, crediamo sia giunto il momento di una completa rielaborazione del suo percorso amministrativo e per questo La invitiamo a trarne le dovute conseguenze presentando le Sue dimissioni.

I consiglieri comunali ed il coordinatore di Progetto per Vasto

Massimo Desiati – Andrea Bischia – Valerio Ruggieri 

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi