"Piano regolatore, non è questo il modo di governare il territorio" - Approvate le Norme Tecniche di Attuazione nel consiglio comunale
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Politica 26/03/2013

"Piano regolatore, non è questo il
modo di governare il territorio"

Approvate le Norme Tecniche di Attuazione nel consiglio comunale

Massimo Desiati (PpV)Nella seduta di martedì del Consiglio comunale, la maggioranza, con l’astensione “politica” del gruppo P.S.I. ed il voto contrario dell’opposizione, ha approvato le Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore Generale.

Nonostante le accorate “perplessità” di ben ventisei tra ingegneri ed architetti vastesi, costituitisi in Associazione, e le piccanti obiezioni tecniche dei Consiglieri di opposizione, la maggioranza consiliare ha perseverato nel proprio atteggiamento.

A giudizio di “Progetto per Vasto”, intervenuto per bocca del suo Capogruppo Massimo Desiati: “L’urbanistica della città vive oggi un’ulteriore incertezza normativa, nel mentre l’Amministrazione comunale non riesce a venir fuori dalle secche in cui si è confinata, promettendo, fin dal settembre 2011, un nuovo PRG e varando, oggi ed in via definitiva, un provvedimento che certo sarà posto sub iudice da numerosi ricorsi al TAR. Non è questo il modo di porre mano al governo del territorio”.


Il gruppo consiliare di Progetto per Vasto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi